Compiendo ora Tombre 80 anni, si è festeggiato con una festa della chiesa prima della conferenza di Pasqua nel centro conferenze di Brunstad.
Compiendo ora Tombre 80 anni, si è festeggiato con una festa della chiesa prima della conferenza di Pasqua nel centro conferenze di Brunstad.

Arild Tombre – persuasivo e semplice

Scritto da: Trond Eivind Johnsen | Pubblicato: lunedì 23 aprile 2012

Arild Tombre, 80 anni, normalmente è caratterizzato per il suo essere mite, tranquillo e il suo sorriso caloroso. Ma sul pulpito è conosciuto per un messaggio chiaro e semplice riguardo alla possibilità che abbiamo di porre fine ad ogni male che sta nella nostra natura umana. E lui ha vissuto secondo la sua convinzione.

Qui puoi ascoltare tu stesso un po’ della semplice e persuasiva predicazione di Arild Tombre

Da bambino Tombre ha conosciuto persone molto speciali. Lui le descrive come “persone timorate di Dio” e guarda indietro a questo come la causa della direzione che ha preso il resto della sua vita. Lui si riferisce principalmente alla sua insegnante della scuola domenicale. Una signora non sposata di Drøbak che ha insegnato ai bambini a credere in Dio.

Sulla base dell’incontro con queste persone, Tombre da giovane fu afferrato dal vivere completamente per Dio e così ha vissuto tutti i suoi anni fino al giorno d’oggi. Questo lo ha anche reso un attivo missionario nella Brunstad Christian Church viaggiando verso paesi in tutte la parti del mondo. Nel 1963 si è trasferito con la sua famiglia in Francia e da allora ha avuto la responsabilità per le chiese lì. Compiendo ora Tombre 80 anni, si è festeggiato con una grande festa prima della conferenza di Pasqua nel centro conferenze di Brunstad alla presenza di oltre 4000 amici.

Predisposto nei pensieri e nella mente

Kåre J. Smith ha parlato alla festa per gli 80 anni di Arild Tombre e raccontando come Tombre abbia ricevuto una grande grazia da Dio - "e questa non è stata vana", ha spiegato. “Lui ha avuto un desiderio per Dio nel suo cuore e ha avuto una mente molto buona sin dalla sua infanzia e gioventù.”

Smith ha proseguito leggendo dalla prima lettera di Pietro 1, 13: “Perciò, dopo aver predisposto la vostra mente all'azione, state sobri,  e abbiate piena speranza nella grazia che vi sarà recata al momento della rivelazione di Gesù Cristo.” Forse questo ha caratterizzato Tombre più di molto altro - un uomo con una disposizione per servire Cristo e che ha sempre avuto una mente predisposta all'azione.

Un buon padre di famiglia e marito

Tombre si è sposato con Mirjam Boldvik da Trondheim e assieme hanno avuto dodici figli. I figli raccontano di un’infanzia sana, naturale e vivace dove mamma e papà quotidianamente mostravano amore l’un per l’altra e viceversa. In un’occasione Tombre raccontò a suo figlio che “gran parte dell'educazione dei figli in effetti consiste nel fatto che papà e mamma si amino - e che lo mostrano!"

“Lui è molto buono e cauto. Io sono sempre stata molto innamorata di lui e lo sono ancora. Stiamo molto bene assieme”, racconta Mirjam.

Arild Tombre ha scritto diversi articoli per www.brunstad.org riguardo alla vita familiare. Leggi Le aspettative di un bambino e Tenere il matrimonio in onore

Un esperto nel dire le cose in modo semplice e caloroso

Nonostante i suoi tanti decenni nel servizio della predicazione del vangelo, Tombre parla ancora in modo sorprendentemente non complicato. Bambini, giovani e adulti possono capire il suo messaggio chiaro, che racconta in modo chiaro al singolo cosa deve fare una volta lasciata la riunione. Per ottenere questo risultato, lui lega la parola di Dio a cose di ogni giorno, spiega espressioni, mette maggiore enfasi sulle parole e le inculca. Di nuovo e di nuovo.

In uno dei canti nel libro Le Vie del Signore, si canta: “dillo nel modo più semplice e caloroso che tu riesca a fare". Riguardo a questo Arild Tombre ha osservato in un pezzo per la rivista Skjulte Skatter (Tesori Nascosti) nel 1981: «Semplicità e calorosità vanno di pari passo. Le cose complicate e intricate scacciano la devozione e la calorosità".

Salvato dal salvatore

Chi è degno di maggiore onore? Chi salva o chi viene salvato?

Durante la festa per Tombre non era difficile riempire la fila di persone che volevano esprimere la loro gratitudine per la cura sincera indirizzata a loro singolarmente. C’erano presenti tante nazionalità. Dall'America, dall'Africa, dall'Asia e da quasi tutti i paesi d'Europa sono venute avanti persone che provavano che Tombre avesse un cuore speciale per loro.

Tombre stesso era grato per tutte le belle parole che aveva ricevuto, ma ha sfruttato gran parte del suo discorso di ringraziamento per parlare di Gesù – il salvatore che lo aveva salvato dalla morte e lo aveva posto a suo servizio. “Chi è degno di maggiore onore? Chi salva o chi viene salvato?” chiese Tombre all’assemblea rendendo chiarissimo che tutto questo era in onore a Gesù.

Allo stesso tempo ha sfruttato l’occasione per dare buone e benedette esortazioni e auguri ad amici che erano venuti da lontano per venire alla sua festa. Il suo cuore ardente per tra gli altri l'India e il Camerun divennero evidenti, quando ha fortificato gli amici lì a continuare l'opera di edificazione di chiese vitali nel posto in cui vivono.

Fratello X

Si può vedere qualcosa del modo semplice di Tombre nel trasmettere il messaggio in un estratto di un breve racconto che scrisse nel 1959. La storia riguarda un generico fratello X:

Fratello X viene accolto con parole dure dall’uno. Da un altro viene diffamato. Un terzo non si cura di lui. Un quarto lo tratta ingiustamente e in malo modo. Da un quinto viene schernito e messo in ridicolo. Il capo gli assegna sempre il lavoro più "semplice" da fare. Un giorno perde il suo lavoro. In seguito si ammala. E tutto questo per fratello X sembra essere una prova. E questo non è assolutamente una vergogna, fintantoché lui supera la prova.

Ma perché una cosa e l’altra sembrano per lui una prova? Perché fratello X ha una natura cattiva, cioè perché nella sua carne non abita alcun bene.

È infatti il male che abita nella natura di X a essere la causa della prova. Le condizioni esteriori, quello che avviene e le situazioni hanno solo innescato la prova e hanno dato a fratello X delle ottime occasioni per attaccarne la causa, vale a dire il male che c’è in lui. E allora la domanda riguardo a fratello X è se lui è umile e se ama a sufficienza la verità per riconoscerlo e sfruttare l’occasione per conquistare salvezza.

La creazione aspetta con impazienza la manifestazione dei figli di Dio

 
Video di Arild Tombre

Ogni giorno, ogni settimana, ogni mese c’è un mondo che è nella miseria e piange” racconta riflessivo Tombre. “Nella lettera ai Romani sta scritto che l'intera creazione sospira, desidera e aspetta con impazienza la manifestazione dei figli di Dio e la gloriosa libertà dei figli di Dio. Questo è qualcosa di importante a cui pensare quando si riflette su cose come guerra, fame e miseria, di cui il mondo è pieno – non solo materialmente, ma anche spiritualmente. Queste sono parole che ci dovrebbero veramente dare un fighting spirit!”

È chiaro che questo ottantenne non ha pensato a darsi subito per vinto.