Il 2016 – l’anno in cui il mondo andò in pezzi?

Il 2016 – l’anno in cui il mondo andò in pezzi?

Scritto da: Kathryn Albig | Pubblicato: lunedì 20 febbraio 2017

Recentemente ho guardato un cartone. Era ambientato in una classe nell'anno 2100. L’insegnante dice, “Bene, questo conclude la nostra lezione sul 2015 - ora continuiamo con il 2017". Una studentessa alza la mano. “E il 2016?” L’ambiente diventa cupo, e l’insegnante minacciosamente risponde, “Non parliamo del 2016”.

Un tweet in cui mi sono imbattuto dice, “il 2016 è come un montaggio di filmati di cronaca che vedi all’inizio di un film post-apocalittico che spiega come il mondo sia andato in rovina.

Queste non sono le sole cose che ho visto che mettono in luce il modo in cui il mondo sembra andare in pezzi davanti ai nostri occhi.

Disordini nel mondo

Molte cose veramente terribili sono successe quest’anno. Nulla che non sia successo prima, ma quest'anno sembra che stia succedendo più velocemente, e che stia avvenendo più fortemente. Come se i peggiori eventi di una decade siano stati raggruppati in un solo anno. Non c’è bisogno che vada nei dettagli; la maggior parte delle persone leggerà e saprà esattamente quello che intendo.

Dinne una; il mondo l’ha già visto quest’anno.

Sparatorie di massa, terrorismo, brutalità della polizia, problemi razziali, clima spaventoso, caos politici, sconvolgimenti sociali, crisi della salute mondiali, crisi umanitarie, dinne una, il mondo l'ha visto quest'anno. Non fare caso ad un’apocalisse degli zombie. Sembra che riusciamo a gestire la distruzione della terra tutti da soli.

Nessuna di queste cose mi sorprende veramente. Da cristiano mi hanno insegnato fin da piccolo a notare questi “segni dei tempi”. I giorni in cui vediamo l’adempiersi delle profezie bibliche. Sappiamo tutti che il mondo è in uno stato in cui non può continuare molto più a lungo. Qui qui puoi leggere di più sulla fine dei tempi.

C’è una soluzione?

Quindi questo è un anno cattivo? Dovremmo guardare al futuro con la speranza che le cose cambino, e che il mondo diventerà di nuovo un posto migliore? Ci stiamo veramente preparando a un'apocalisse? O riusciremo a riparare questo mondo?

Andrà a finire così male sulla terra che l’umanità sarà disperata nell'attesa di un salvatore. Qualcuno che li tiri fuori da questo manicomio creato da loro stessi. E inizieranno a pensare che forse Dio lì abbia abbandonati, altrimenti avrebbe agito e messo le cose in ordine. Qui puoi leggere Perché Dio permette che ci sia sofferenza?”.

Ci stiamo veramente preparando a un'apocalisse? O riusciremo a riparare questo mondo?

Un altro concetto di cui sono ben consapevole, da cristiano, è quello dell’Anticristo. Il “salvatore" dell’umanità verrà con impeccabile tempismo, proprio nel momento in cui sembra che non ci sia via di ritorno dallo stato in cui siamo. E lui avrà le risposte. Lui aggiusterà tutto. Le sue intenzioni sono di dimostrare che l’umanità è padrona del proprio destino e non ha bisogno di un Dio che aggiusti le cose per lei.

Qui puoi leggere di più sull’Anticristo.

Il tempo verrà quando le cose inizieranno a cambiare. Quando i problemi verranno risolti. Quando le crisi avranno soluzioni. Quando il caos sarà risolto. Grazie all'Anticristo.

Per me questo mondo che inizierà a migliorare sarà il più grande segno apocalittico di tutti. Vorrà dire che per la maggior parte dell’umanità, Dio non sarà incluso. Ma non sanno quanto sono incredibilmente lontani dalla verità.

Il trionfo di Dio

Perché Dio è stato lì in tutto il processo degli eventi. Lui ha guardato mentre il peccato ha ridotto in brandelli la sua creazione. E lui guarderà mentre l’Anticristo la ricostruirà e proverà a prendere il suo posto come sovrano di questo regno. Mentre cerca di espellere Dio dal mondo che ha creato dal nulla.

Gli eventi di questo mondo stanno accadendo esattamente come ho sentito che sarebbero successi. E conosco la fine di questa storia. Attenzione al finale: Dio vince. Lui vince sempre.

Al momento giusto, Dio farà un passo indietro e subentrerà nuovamente, provando una volta per tutte che Lui è il Dio onnipotente, il "vegliardo", per ora e per tutta l'eternità. (Daniele 7)

Dio farà un passo indietro e subentrerà nuovamente, provando una volta per tutte che Lui è il Dio onnipotente, il "vegliardo", per ora e per tutta l'eternità.

Decisioni personali

Così ora, mentre vivo in questo mondo tumultuoso, devo prendere una decisione che mi assicuri di essere dalla parte vincente di questa storia.

Decisioni che mi porteranno ad una vita eterna in gloria con il mio Creatore ed il mio Salvatore.  Questo vuol dire decidere di seguire Dio e fare la sua volontà piuttosto che la mia e seguire lo spirito dei tempi.

Andrà molto male qui in terra per un periodo, specialmente per coloro che rigetteranno l’anticristo con le sue apparentemente perfette soluzioni a tutti i problemi del mondo. Ma la mia preoccupazione è la salvezza della mia anima, e la condivisione di questo messaggio di eterna speranza con quante più persone possibile. L’intenzione di Dio è che il maggior numero possibile di anime venga salvato dalla distruzione che alla fine verrà su questa terra. Paolo scrive che dove il peccato abbonda, la grazia sovrabbonda. (Romani 5:20-21) Tutta la grazia è disponibile per coloro che sono umili, e che Dio può salvare fino all'estremo. Lo stato del mondo non è comparabile alla forza di Dio.
Puoi leggere di più sulla Grande Tribolazione qui

Dio è fedele nel ricompensare coloro che gli sono fedeli. Lui è sempre al loro fianco e ha la sua potente mano su di loro nei giorni cattivi, e adempierà le sue grandi e preziose promesse per tutti coloro che vincono.

Quindi, mentre guardo i segni avverarsi e gli eventi del mondo realizzarsi come profetizzato anni prima, la mia fede in Dio è rafforzata piuttosto svilita. La mia decisione di essere giusto e preparato per la venuta di Cristo diventa solamente più forte. Voglio essere dal lato vincente in questa storia epica, che termina con il trionfo di Dio sul peccato e su Satana. Una fine che annuncia un’eternità di pace e di giustizia.