Io – un allievo servo?

Io – un allievo servo?

Scritto da: Helen Baltzersen | Pubblicato: mercoledì 5 dicembre 2012

Un giorno quando ho aperto il giornale, mi balzò agli occhi un annuncio: CERCASI ALLIEVO SERVO. Era uno degli hotel della città dove erano alla ricerca di nuovi lavoratori. Allievo servo... mi resi conto di reagire pensando in maniera un po' sprezzante a coloro che eventualmente avrebbero risposto all'annuncio. Non ci sarebbe stato molto onore e prestigio in quella posizione. In primo luogo servo e poi anche allievo servo!

Improvvisamente mi vennero in mente alcuni versetti della Bibbia. La parola di Gesù in Matteo 20, 26: "... ma chi vuol essere grande tra voi, sarà vostro servo." E nel versetto 28: "... appunto come il Figlio dell'uomo non è venuto per essere servito, ma anche per servire ... " Capii subito che l’annuncio era perfetto per me. Io ero esattamente questo: un apprendista servo! Il mio Signore e Maestro Gesù Cristo visse come servo e schiavo degli altri, e io avevo detto sì nel mio cuore per seguirlo come discepolo, in tutto e per tutto. Discepolo, quindi "apprendista" non è molto simile all'allievo?

Un allievo servo, che di sua spontanea volontà sceglie di fare il bene.

Dovetti sorridere per me stessa e sentivo una profonda pace e gioia nel mio cuore. Questo era davvero buono per me. Ricevere una sveglia su chi ero veramente. Un allievo servo, che di sua spontanea volontà sceglie di fare il bene. Non perché devo o mi sento costretta a farlo. Ho semplicemente un desiderio interiore nel mio cuore di fare qualcosa di buono per gli altri, come ha fatto il Maestro. Nessuna alta opinione di me stessa, su quello che mi merito, su quello che gli altri pensano di me, su come mi dovrebbero rispettare, ecc. La cosa più importante da ora in poi è che sono impiegata. Al servizio del Signore.

La cosa più importante da ora in poi è che sono impiegata. Al servizio del Signore.