L'amore non si gonfia

L'amore non si gonfia

Scritto da: Michelle Dokken | Pubblicato: martedì 25 settembre 2012

Ero in classe, mezza assopita, durante una delle ultime lezioni del semestre e ascoltavo solo per metà la professoressa che faceva una presentazione sugli affari internazionali. Fui bruscamente riportata alla realtà quando la sentii chiedere alla classe: “Perché pensate che continuino ad esserci talmente tante guerre e conflitti in tutto il mondo?"

Ci fu silenzio, mentre gli studenti riflettevano su questa domanda e le molte risposte possibili.

“L’avidità”, suggerì uno degli studenti. “La povertà”, disse un altro. L’insegnante scosse il capo. “Anche queste risposte sono corrette, ma c’è un altro punto di cui vorrei discutere". Finalmente un ragazzo alzò la mano. “Perché la maggior parte della gente crede di avere sempre ragione e quando insorgono divergenze, non si tira indietro". “Oppure”, aggiunse un’altra ragazza, “una parte sta dalla parte della ragione e l’altra non riesce ad accettarlo". L’insegnante annuì: “E perché è così difficile per ognuna delle parti essere d’accordo con l’altra?”. In classe iniziò un’animata discussione dove tutti cercavano di stabilire perché la gente non riusciva a far pace tra di loro.

Perché nascono le difficoltà?

Mentre pensavo ai conflitti, ai litigi e alle guerre continue di cui sentiamo parlare ogni giorno, mi chiedevo: “E tutti i piccoli diverbi e conflitti che si hanno a livello personale? Come mi riguarda nella vita giornaliera?" Mi ricordai di una difficile discussione avuta con un’altra persona che mi aveva lasciato con l’amaro in bocca. “Quale ne era stata la ragione?” Me lo chiesi. “Perché è così difficile per me andare d’accordo con alcune persone o accettare di non avere ragione?"

Come mi riguarda nella vita giornaliera?

Poi mi ricordai di un versetto della Bibbia, in 1 Corinzi 13,4: “L’amore non si gonfia…”. Mi resi conto che non ero riuscita a trovare pace e unità con quella persona per via del mio ego. Ero convinta di avere ragione e difendevo la mia giustizia, invece di pregare a Dio di aiutarmi e di usare la Sua saggezza invece della mia. Mi ero fidata del mio ego invece di Dio, e questo era stato un enorme errore e aveva portato al diverbio.

La conoscenza gonfia

L’unico potere che può costruire ed edificare è l’amore. Dio non mi può aiutare se sono così gonfia e presuntuosa da non riuscire a sentire la Sua voce che cerca di guidarmi. In un tale stato non è possibile amare Dio o le altre persone. In 1 Corinzi 8,1-2 sta scritto: “La conoscenza gonfia, ma l'amore edifica. 
Se qualcuno pensa di conoscere qualcosa, non sa ancora come si deve conoscere
”. Devo chiedermi: “Cosa so veramente? Ho chiesto a Dio cosa pensa Lui? Credo veramente che Lui sappia tutto meglio?”. Se credo davvero che tutta la saggezza proviene dall'alto, allora sarò umile ai miei occhi e ammetterò di avere una carne (il mio ego) in cui non abita alcun bene. (Rom. 7,18)

Cosa so veramente? Ho chiesto a Dio cosa pensa Lui?

La saggezza divina

Questa carne compromette la mia capacità di vedere correttamente me stesso e le altre persone. Ma se davvero odio il mio ego, posso invece usare la saggezza di Dio per portare pace in tutte le situazioni, indipendentemente da chi abbia torto o ragione, invece di inasprire il conflitto. “… e la conoscenza verrà abolita;” 1 Corinzi 13,8. La conoscenza potrebbe impressionare positivamente o portare onore per un periodo, ma è una cosa temporanea e non porta salvezza e pace, né mi permette di benedire e amare gli altri. Può essere utile se applicata in situazioni pratiche, ma non mi mostra come avere un amore puro e fervido per Dio e tutte le persone, come fece Gesù. Dio può fare un’opera gloriosa se mi rendo umile e accetto la Sua saggezza nelle mie situazioni. Allora l’amore abbonderà!