Quanto sono pericolose le tue parole?

Quanto sono pericolose le tue parole?

Scritto da: Martha Evangelisti | Pubblicato: martedì 27 ottobre 2015

Un film durante la lezione d’inglese porta Martha a pensare sulle parole che dice e sull’effetto che hanno su coloro che la circondano.

Il mio professore di inglese tira giù lo schermo per proiettare e abbassa le luci quando entro in classe. Trovo il mio posto e mi aspetto di dover lottare di nuovo contro il sonno durante la visione di un altro film noioso. Lo schermo si illumina e inizia una lezione sulle origini della lingua. Sorprendentemente, l’uomo sullo schermo parla in modo entusiasta e qualcosa di quello che dice cattura la mia attenzione. Lui dice che il linguaggio è “potente” e “pericoloso” perché ti consente “di impiantare un pensiero della tua mente direttamente nella mente di qualcun altro”.

Che tipo di pensieri sto impiantando in coloro che mi circondano?

Comincio a pensare come questo si ponga in riferimento a me e al tipo di linguaggio che uso. Le mie parole sono “potenti” o “pericolose”? Che tipo di pensieri sto impiantando in coloro che mi circondano, specialmente nei giovani bambini facilmente impressionabili, coi quali mi trovo spesso? Col proseguire del film, decido di non voler usare mai parole fredde, dure e sconsiderate che possano creare paura, dubbi, sensi di colpa e insicurezza. Voglio usare parole di lode, aiuto e conforto che alimentino la fiducia, la fede e la pace. Voglio avere una vita di pensieri pura, così da condividere SOLO pensieri buoni con gli altri.

Parole giuste

Una lezione che di solito risulta essere molto banale finisce con l’essere di grande ispirazione. Ho un nuovo obiettivo, che la mia vita testimoni quello che sta scritto in Proverbi 8:8, “Tutte le parole della mia bocca sono conformi a giustizia, non c’è nulla di ambiguo o di perverso in esse.” Ma com’è possibile che questo diventi di più di un semplice obiettivo? Le mie parole sono spesso più dure di quanto io voglia, alcune volte parole scappano dalla mia bocca delle quali mi pento davvero, e ci sono giorni in cui mi sento come se fossi bombardata da pensieri negativi.

Non è possibile per me essere giusta con le mie parole e nei miei pensieri senza aiuto. Ma ho anche sperimentato che ESISTE aiuto!

Ho sperimentato che non è possibile per me essere giusta con le mie parole e nei miei pensieri senza aiuto. Ma ho anche sperimentato che ESISTE aiuto! Gesù è il mio esempio e il mio aiuto, e il mio obiettivo sta diventando realtà! Quando Gesù era in terra, ricevette l’aiuto da Dio per dire e fare solo il bene. “Nei giorni della sua carne, con alte grida e con lacrime egli offrì preghiere e suppliche … e, reso perfetto, divenne per tutti quelli che gli ubbidiscono, autore di salvezza eterna.” Ebrei 5:7,9. Sta scritto che Lui fu esaudito per la sua pietà. Con questa stessa pietà e questa miseria e lacrime nel mio cuore, posso ricevere lo stesso aiuto da Gesù che Lui ricevette dal Padre Suo celeste! Allora posso imparare a praticare alcune della parole più preziose della Bibbia, come essere “pronto ad ascoltare, lento a parlare” (Giacomo 1:19) e “seguendo la verità nell’amore” (Efesini 4:15).

Perché io vi darò una parola e una sapienza …” Luca 21:15