Scuola: Un’occasione di vittoria

Scuola: Un’occasione di vittoria

Scritto da: Nellie Owens | Pubblicato: giovedì 1 settembre 2016

Scuola. Sentire già solo la parola è sufficiente a far rabbrividire tante persone. La pressione dei compagni, le tentazioni sessuali, la maldicenza e la ricerca d’onore sono solo alcune delle cose che i giovani cristiani affrontano ogni giorno in questo ambiente.

Ma il fatto che incontriamo tali situazioni a scuola non significa che dobbiamo in qualche modo scoraggiarci. “Non te l’ho io comandato? Sii forte e coraggioso; non aver paura e non sgomentarti, perché l’Eterno, il tuo Dio, è con te dovunque tu vada.” Giosuè 1:9. La parola di Dio chiarisce che, proprio come Lui è con noi in chiesa o a casa, è anche lì con noi nelle nostre classi, mentre camminiamo lungo il corridoio o quando saliamo sull’autobus della scuola. Lui ha un vivo interesse nelle nostre vite e desidera che ci riusciamo!

Lo spirito del tempo è forte; possiamo vedere che il peccato viene sempre più ampiamente accettato. La parola di Dio dice, “Guai a quelli che chiamano bene il male, e male il bene, che cambiano le tenebre in luce e la luce in tenebre, che cambiano l’amaro in dolce e il dolce in amaro!” Isaia 5:20. Questo è esattamente quello che sembra stia accadendo nel mondo oggi. Molti giovani non ci pensano due volte a fare scherzi volgari, ad esempio. E l’aspettativa è che gli altri debbano trovarli divertenti, indipendentemente dal fatto che li trovino giusti. Sembra che i pensieri devoti e genuini siano in secondo piano e, in alcuni casi, vengono apertamente derisi.

Non è un segreto che Satana desideri distruggere il popolo di Dio. (Luca 22:31, 1 Pietro 5:8) La scuola è quindi un campo di battaglia per i cristiani che vogliono rimanere puri. Ma, tuttavia, può essere un campo di battaglia in cui regniamo sempre vittoriosi!

Ma, tuttavia, può essere un campo di battaglia in cui regniamo sempre vittoriosi!

In Efesini 6:10-13, Paolo scrive: “Del resto, fratelli miei, fortificatevi nel Signore e nella forza della sua potenza.  Rivestitevi dell'intera armatura di Dio per poter rimanere ritti e saldi contro le insidie del diavolo,  poiché il nostro combattimento non è contro sangue e carne, ma contro i principati, contro le potestà, contro i dominatori del mondo di tenebre di questa età, contro gli spiriti malvagi nei luoghi celesti.  Perciò prendete l'intera armatura di Dio, affinché possiate resistere nel giorno malvagio e restare ritti in piedi dopo aver compiuto ogni cosa.”

Questi versetti chiariscono che in realtà non combattiamo contro persone: gli insegnanti o i compagni di classe che vediamo ogni giorno a scuola. Persino se i nostri compagni raccontano delle barzellette volgari, sparlano o cercano di farci essere d'accordo con qualcosa che va contro la parola di Dio, possiamo essere certi che non dobbiamo combattere contro di loro. Piuttosto, combattiamo contro le tendenze e opinioni empie che sono presenti tra di loro. Tali cose sono in realtà influenzate da spiriti maligni che cercano di corromperci e di distrarci dal fare la volontà di Dio.

Per natura, anche noi siamo attratti da queste stesse opinioni e da questi pensieri empi. (Giacomo 1:14) Ma Paolo ci incoraggia a, “State dunque saldi, avendo ai lombi la cintura della verità, rivestiti con la corazza della giustizia, e avendo i piedi calzati con la prontezza dell'evangelo della pace, soprattutto prendendo lo scudo della fede, con il quale potete spegnere tutti i dardi infuocati del maligno.  Prendete anche l'elmo della salvezza e la spada dello Spirito, che è la parola di Dio.” Efesini 6:14-17.

Infatti non combattiamo contro carne e sangue…

Quando abbiamo la fede nei nostri cuori e la parola di Dio nella nostra mente, siamo armati per intraprendere coscientemente una battaglia contro le influenze empie che vogliono guadagnare accesso nei nostri cuori. Possiamo pregare a Dio, come siamo esortati a fare in Efesini 6:8, e Lui ci darà la forza di cui abbiamo bisogno per resistere alle nostre tendenze e desideri naturali di seguire tali influenze peccaminose. Allora siamo in grado di resistere a tutte le influenze empie che sono presenti a scuola o altrove. “Perché l'Eterno, il vostro DIO, è colui che marcia con voi per combattere per voi contro i vostri nemici e per salvarvi". Deuteronomio 20:4.

Non siamo soltanto in grado di vincere il peccato, ma siamo pure in grado di diventare ambasciatori per Cristo, come siamo esortati in 2 Corinzi 5:20. Diventiamo buoni esempi per gli altri, mostrando loro che è possibile regnare sul peccato nella propria vita. Adesso possiamo mostrare alle persone come essere un cristiano in verità!

Con questa mente, non abbiamo più bisogno di temere di andare a scuola. Piuttosto, desideriamo andarci! Può essere un posto in cui possiamo essere un esempio, un posto di vittoria, un posto dove possiamo essere trasformati! “E non vi conformate a questo mondo, ma siate trasformati mediante il rinnovamento della vostra mente, affinché conosciate per esperienza qual sia la buona, accettevole e perfetta volontà di Dio.” Romani 12:2.