12 versetti che dimostrano che Gesù è un uomo che possiamo seguire

12 versetti che dimostrano che Gesù è un uomo che possiamo seguire

Scritto da: Brunstad.org Editorial Team | Pubblicato: giovedì 31 marzo 2016

Una piccola raccolta di versetti che mostrano chi era in realtà il nostro Salvatore.

Sebbene fosse il Figlio di Dio, la Bibbia ci racconta che Gesù ha scelto di venire in terra come uomo. È scritto che lui aveva una natura umana e una volontà umana, ma che ha vinto e non ha mai commesso peccato. Grazie a questa vita di vittoria, è stato in grado di vincere la morte e oggi è seduto alla destra del Padre suo nei cieli.

Da cristiani, questo è fondamentale per noi. Visto che lui ha vinto da uomo come noi, significa che anche noi possiamo vivere la stessa vita che ha vissuto lui mentre era sulla terra. È del tutto possibile seguire veramente Cristo! Se lo seguiamo, finiremo lì dove si trova lui!

Qui di seguito ci sono 12 versetti della Bibbia che dimostrano che Gesù era un uomo come noi, che possiamo seguire.

Gesù è stato tentato in ogni cosa

“Infatti non abbiamo un sommo sacerdote che non possa simpatizzare con noi nelle nostre debolezze, poiché egli è stato tentato come noi in ogni cosa, senza commettere peccato.” Ebrei 4:15.

Gesù aveva la sua volontà, che ha rinnegato

«Padre, se vuoi, allontana da me questo calice! Però non la mia volontà, ma la tua sia fatta». Luca 22:42.

Gesù ci dice di seguirlo sulla via del rinunciare a se stessi

“Then Jesus said to His disciples, ‘If anyone desires to come after Me, let him deny himself, and take up his cross, and follow Me. For whoever desires to save his life will lose it, but whoever loses his life for My sake will find it.’” Matthew 16:24-25.

“Allora Gesù disse ai suoi discepoli: «Se uno vuol venire dietro a me, rinunci a se stesso, prenda la sua croce e mi segua.  Perché chi vorrà salvare la sua vita, la perderà; ma chi avrà perduto la sua vita per amor mio, la troverà.” Matteo 16:24-25.

Gesù è cresciuto e si è sviluppato spiritualmente

“E Gesù cresceva in sapienza, in statura e in grazia davanti a Dio e agli uomini.” Luca 2:52.

Lo spirito di Dio testimonia che Gesù è venuto in carne

“Da questo conoscete lo Spirito di Dio:  ogni spirito, il quale riconosce pubblicamente che Gesù Cristo è venuto nella carne, è da Dio; e ogni spirito che non riconosce pubblicamente Gesù, non è da Dio, ma è lo spirito dell'anticristo. Voi avete sentito che deve venire; e ora è già nel mondo.” 1 Giovanni 4:2-3.

Gesù si è umiliato ed è diventato simile agli uomini

“Abbiate in voi lo stesso sentimento che è stato anche in Cristo Gesù, il quale, pur essendo in forma di Dio, non considerò l'essere uguale a Dio qualcosa a cui aggrapparsi gelosamente, ma svuotò se stesso, prendendo forma di servo, divenendo simile agli uomini;  trovato esteriormente come un uomo, umiliò se stesso, facendosi ubbidiente fino alla morte, e alla morte di croce.” Filippesi 2:5-8.

L’apostolo Paolo fa riferimento a “l’uomo Gesù Cristo”

“Infatti c'è un solo Dio e anche un solo mediatore fra Dio e gli uomini, Cristo Gesù uomo, che ha dato se stesso come prezzo di riscatto per tutti; questa è la testimonianza resa a suo tempo, e della quale io fui costituito predicatore e apostolo (io dico il vero, non mento), per istruire gli stranieri nella fede e nella verità.” 1 Timoteo 2:5-7.

Gesù chiama se stesso un uomo

“Essi gli risposero: «Nostro padre è Abraamo». Gesù disse loro: «Se foste figli di Abraamo, fareste le opere di Abraamo;  ma ora cercate d'uccider me, uomo che v'ho detta la verità che ho udita da Dio.” Giovanni 8:39-40.

Gesù dovette combattere e obbedire per essere salvato dal peccato e dalla morte

“Nei giorni della sua carne, con alte grida e con lacrime egli offrì preghiere e suppliche a colui che poteva salvarlo dalla morte ed è stato esaudito per la sua pietà. Benché fosse Figlio, imparò l'ubbidienza dalle cose che soffrì; e, reso perfetto, divenne per tutti quelli che gli ubbidiscono, autore di salvezza eterna.” Ebrei 5:7-9.

Gesù è chiamato il nostro “precursore”

“Questa speranza la teniamo come un'àncora dell'anima, sicura e ferma, che penetra oltre la cortina,  dove Gesù è entrato per noi quale precursore, essendo diventato sommo sacerdote in eterno secondo l'ordine di Melchisedec.” Ebrei 6:19-20.

Gesù fu "fatto simile ai suoi fratelli"

“Poiché dunque i figli hanno in comune sangue e carne, egli pure vi ha similmente partecipato, per distruggere, con la sua morte, colui che aveva il potere sulla morte, cioè il diavolo, e liberare tutti quelli che dal timore della morte erano tenuti schiavi per tutta la loro vita.  Infatti, egli non viene in aiuto ad angeli, ma viene in aiuto alla discendenza di Abraamo.  Perciò, egli doveva diventare simile ai suoi fratelli in ogni cosa, per essere un misericordioso e fedele sommo sacerdote nelle cose che riguardano Dio, per compiere l'espiazione dei peccati del popolo. Infatti, poiché egli stesso ha sofferto la tentazione, può venire in aiuto di quelli che sono tentati.” Ebrei 2:14-17.

La Bibbia ci dice di seguire le orme di Gesù

“Infatti a questo siete stati chiamati, poiché anche Cristo ha sofferto per voi, lasciandovi un esempio, perché seguiate le sue orme. Egli non commise peccato e nella sua bocca non si è trovato inganno. Oltraggiato, non rendeva gli oltraggi; soffrendo, non minacciava, ma si rimetteva a colui che giudica giustamente;  egli ha portato i nostri peccati nel suo corpo, sul legno della croce, affinché, morti al peccato, vivessimo per la giustizia, e mediante le sue lividure siete stati guariti.” 1 Pietro 2:21-24.