20 versetti da utilizzare come una spada contro i pensieri impuri

20 versetti da utilizzare come una spada contro i pensieri impuri

Pubblicato: martedì 4 aprile 2017

È innegabile che tutti noi siamo tentati da pensieri impuri e molto probabilmente non solo ogni tanto. L’impurità di cui sto parlando è il desiderio per qualunque cosa al di fuori di quello che Dio ha benedetto, cioè una relazione tra un uomo e una donna nel matrimonio. (Ebrei 13:4) Se non sei sposato, allora è chiaro che tali pensieri sono impuri. E se sei sposato, allora ogni pensiero al di fuori del matrimonio è impurità. Molte persone sono completamente legate in queste concupiscenze e questi desideri; è qualcosa che ha una presa forte su di loro. Ma questo non significa che dobbiamo rimanere in quel modo! Proprio come ogni altra concupiscenza e desiderio di peccare, dobbiamo combattere contro per liberarcene.

Ma la cosa gloriosa è che possiamo diventare completamente liberi. Non è che la nostra naturale attrazione per le persone venga completamente spazzata via, ma che non siamo schiavi dell’impurità, nei pensieri o nelle azioni. Può essere facile pensare che finché ci asteniamo dall’impurità sessuale vada bene. Può essere facile supporre che non possiamo controllare la nostra vita di pensiero. Ma la parola di Dio ci dice che deve essere pulito l’interno del bicchiere, come pure l’esterno. (Matteo 23:26) Dice pure che dobbiamo fare prigioniero ogni pensiero. (2 Corinzi 10:5) Questo significa che dovremmo controllare i nostri pensieri, non il contrario. Ed è del tutto possibile, e quando riusciamo a liberarci da questo raggiungiamo la tranquillità, una libertà gioiosa e il riposo.

Ecco un elenco di versetti potenti che possono essere usati come un’arma quando siamo tentati da pensieri impuri. Ogni peccato e impurità deve fuggire, se confrontato con la spada che è la parola di Dio. Quindi intraprendi questa battaglia oggi e utilizza queste armi per essere vittorioso. Buona fortuna! È del tutto possibile, attraverso la fede e la perseveranza.

Genesi 39:9

“In questa casa, egli stesso non è più grande di me e nulla mi ha vietato, se non te, perché sei sua moglie.  Come dunque potrei fare questo gran male e peccare contro Dio?”

Giobbe 31:1

“Io avevo stretto un patto con i miei occhi; io non avrei fissato lo sguardo sopra una vergine.”

Matteo 5:27-29

“Voi avete udito che fu detto: "Non commettere adulterio".  Ma io vi dico che chiunque guarda una donna per desiderarla, ha già commesso adulterio con lei nel suo cuore.  Se dunque il tuo occhio destro ti fa cadere in peccato, cavalo e gettalo via da te; poiché è meglio per te che uno dei tuoi membri perisca, piuttosto che vada nella geenna tutto il tuo corpo.”

Luca 9:23

“Diceva poi a tutti: «Se uno vuol venire dietro a me, rinunci a se stesso, prenda ogni giorno la sua croce e mi segua.”

Luca 22:42

“«Padre, se vuoi, allontana da me questo calice! Però non la mia volontà, ma la tua sia fatta».”

Romani 6:1-2

“Che diremo dunque?  Rimarremo forse nel peccato affinché la grazia abbondi? No di certo!  Noi che siamo morti al peccato, come vivremmo ancora in esso?”

Romani 6:12-14

“Non regni dunque il peccato nel vostro corpo mortale per ubbidire alle sue concupiscenze; e non prestate le vostre membra al peccato, come strumenti d'iniquità; ma presentate voi stessi a Dio, come di morti fatti viventi, e le vostre membra come strumenti di giustizia a Dio;  infatti il peccato non avrà più potere su di voi; perché non siete sotto la legge ma sotto la grazia.”

Romani 8:12-13

“Così dunque, fratelli, non siamo debitori alla carne per vivere secondo la carne;  perché se vivete secondo la carne voi morrete; ma se mediante lo Spirito fate morire le opere del corpo, voi vivrete.”

1 Corinzi 6:18-19

“Fuggite la fornicazione.  Ogni altro peccato che l'uomo commetta, è fuori del corpo; ma il fornicatore pecca contro il proprio corpo.  Non sapete che il vostro corpo è il tempio dello Spirito Santo che è in voi e che avete ricevuto da Dio? Quindi non appartenete a voi stessi.”

2 Corinzi 7:1

“Poiché abbiamo queste promesse, carissimi, purifichiamoci da ogni contaminazione di carne e di spirito, compiendo la nostra santificazione nel timore di Dio.”

2 Corinzi 10:4-5

“Infatti le armi della nostra guerra non sono carnali, ma hanno da Dio il potere di distruggere le fortezze, poiché demoliamo i ragionamenti e tutto ciò che si eleva orgogliosamente contro la conoscenza di Dio, facendo prigioniero ogni pensiero fino a renderlo ubbidiente a Cristo.”

Colossesi 3:2

Aspirate alle cose di lassù, non a quelle che sono sulla terra.”

Colossesi 3:5

“Fate dunque morire ciò che in voi è terreno:  fornicazione, impurità, passioni, desideri cattivi e cupidigia, che è idolatria.”

1 Thessalonicesi 4:3

“Perché questa è la volontà di Dio:  che vi santifichiate, che vi asteniate dalla fornicazione.”

2 Timoteo 2:22

“Fuggi le passioni giovanili e ricerca la giustizia, la fede, l'amore, la pace con quelli che invocano il Signore con un cuore puro.”

Ebrei 4:15-16

“Infatti non abbiamo un sommo sacerdote che non possa simpatizzare con noi nelle nostre debolezze, poiché egli è stato tentato come noi in ogni cosa, senza commettere peccato.  Accostiamoci dunque con piena fiducia al trono della grazia, per ottenere misericordia e trovare grazia ed essere soccorsi al momento opportuno.”

Giacomo 1:12

“Beato l'uomo che sopporta la prova; perché, dopo averla superata, riceverà la corona della vita, che il Signore ha promessa a quelli che lo amano.”

1 Pietro 4:1-2

“Poiché dunque Cristo ha sofferto nella carne, anche voi armatevi dello stesso pensiero, che, cioè, colui che ha sofferto nella carne rinuncia al peccato, per consacrare il tempo che gli resta da vivere nella carne, non più alle passioni degli uomini, ma alla volontà di Dio.”

1 Pietro 5:8-9

“Siate sobri, vegliate; il vostro avversario, il diavolo, va attorno come un leone ruggente cercando chi possa divorare.” 1 Pietro 5:8. Resistetegli stando fermi nella fede, sapendo che le medesime sofferenze affliggono i vostri fratelli sparsi per il mondo.”

1 Giovanni 3:2-3

“Carissimi, ora siamo figli di Dio, ma non è stato ancora manifestato ciò che saremo. Sappiamo che quand'egli sarà manifestato saremo simili a lui, perché lo vedremo com'egli è.  E chiunque ha questa speranza in lui, si purifica com'egli è puro.”