Come dovremmo lottare contro il peccato nella carne?

Come dovremmo lottare contro il peccato nella carne?

Scritto da: Brunstad.org | Pubblicato: martedì 7 marzo 2017

Impegnarsi nella lotta è rinunciare a ogni singola cosa che Dio ti indica come necessaria perché si porrebbe tra te e il tuo obiettivo - essere reso conforme all'immagine di Cristo in modo che potrai essere con lui per l'eternità. (Romani 8:29) Il tuo onore, la tua volontà, i tuoi desideri, i tuoi pensieri. A tutto quanto devi rinunciare per vivere secondo la volontà di Dio per la tua vita.

Un desiderio disperato di essere salvato

Siccome le passioni e i desideri nella tua carne pretendono qualcosa di diverso della volontà di Dio, negare loro soddisfazione causerà sofferenza nella carne, che tu sentirai acutamente. Essere fedele richiede una mente ferma e risoluta. Devi riconoscere che non proviene nulla di buono dalla carne. (Romani 7:18) Questo richiede zelo, una determinazione e una dipendenza profonda dall'aiuto di Dio. Devi essere cosciente di quanto sei debole come persona naturale, come sei impotente contro il peccato e giungere al punto dove riconosci umilmente che senza Dio non puoi fare nulla. Quando giungi a quel punto allora capirai perché sta scritto di Gesù che lui pregò fino al punto in cui il suo sudore si trasformasse in grosse gocce di sangue. (Luca 22:41-44)

“Nei giorni della sua carne, con alte grida e con lacrime egli offrì preghiere e suppliche a colui che poteva salvarlo dalla morte ed è stato esaudito per la sua pietà. Benché fosse Figlio, imparò l'ubbidienza dalle cose che soffrì.”  Ebrei 5:7-8

Gesù era il figlio di Dio, ma anche lui come uomo dovette pregare a Dio con grida veementi e con lacrime per ricevere la forza necessaria per sostenerlo nella battaglia. Questo è lo spirito in cui hai bisogno di essere anche tu. Un bisogno disperato di aiuto, un desiderio disperato di essere salvato dal peccato che vedi che così facilmente ti cattura. (Ebrei 12:1) Servirà anche per te un gridare a Dio in preghiera perché tu sia salvato dal peccato. Hai bisogno di chiedere in preghiera di ricevere la disposizione di Gesù, la disposizione di voler soffrire nella carne e resistere nella lotta. (Giacomo 1:12; 1 Pietro 4:1-2)

La potenza dello Spirito Santo

Il peccato sta spiandoti alla porta, e i suoi desideri sono rivolti contro di te; ma tu dominalo! (Genesi 4:7) Se non gli resisti dal primo momento, si prende un dito e poi cresce e diventa un altro pensiero e un altro ancora. Alla fine diventa un modo di pensare. Allora ti ha sconfitto, piuttosto che il contrario. Non dare un centimetro al peccato! Resisti finché il desiderio è passato, indipendentemente da quanto ci voglia. E allora sarai libero!

La potenza dello Spirito Santo da Dio ti dà l'energia di cui hai bisogno per stare fermo e non cedere mai, indipendentemente da quanto duri la tentazione. (Atti degli apostoli 1:8) Rinnegare pazientemente, con perseveranza, le tentazioni a peccare che sorgono dentro di te senza cedere mai. È una potenza che solo lo Spirito Santo può darti. Non è qualcosa che hai in te stesso; le persone sono deboli e inclini a rinunciare. Questo è il motivo per cui hai bisogno di umiliare te stesso, riconoscere la tua propria debolezza e accostarti con franchezza al trono della grazia per trovare la misericordia e la grazia per ricevere aiuto nel momento opportuno. (Ebrei 4:16)

Quanto più vinci nella tentazione, tanta più speranza avrai per il futuro. Dio può trasformarti, cambiarti, farti nuovo. (2 Corinzi 5:17) Il futuro diventa entusiasmante, e pieno di possibilità straordinarie, quando sai che non sei legato a reagire secondo il peccato nella tua carne, ma che puoi camminare in novità di vita! (Romani 6:4) Noi siamo nati con l'inclinazione a tanti peccati che abitano nella nostra carne, ma non dobbiamo conservarli per tutta la vita! Grazia e pace vi siano moltiplicate nella conoscenza di Dio e di Gesù, il nostro Signore. (2 Pietro 1:2)