Diventare un vero cristiano

Diventare un vero cristiano

Scritto da: Tielman Slabbert | Luogo: Vanderbijlpark, Sudafrica | Pubblicato: giovedì 3 marzo 2016

C'è una differenza enorme tra le persone che si definiscono cristiane. Basta riflettere un attimo a tutte le moltitudini di "cristiani"; quanti di questi possiamo dire glorificano veramente Dio con la vita che vivono?

Non è difficile diventare un cristiano e non dovrebbe nemmeno esserlo. Ma possiamo dire che tutti i "cristiani" erediteranno il regno dei cieli?

Cos'è in effetti richiesto a quelli che vogliono essere cristiani? Prima di tutto, dovresti voler essere un vero cristiano e poi devi decidere di esserlo. Molte persone sono cresciute come "cristiane", senza mai veramente rinunciare alla loro vecchia vita; avendo sempre una coscienza sporca nel loro profondo. La cristianità di altri ancora è mero spettacolo per la gente. Ma come stanno le cose con te? Non desideri avere un rapporto stretto con Dio? L'invito di Dio è aperto a tutti, ma la decisione è la tua. Non ritardare la tua decisione. Potresti non avere di nuovo la stessa possibilità.

Rifletti sulla tua vita

Non ritardare la tua decisione. Potresti non avere di nuovo la stessa possibilità

Hai bisogno di rientrare in te. "Allora, rientrato in sé, disse: . . ... Io mi alzerò e andrò da mio padre" Luca 15:17-18. Quando vivi la comunemente cosiddetta vita cristiana da peccatore, inganni te stesso. Pensaci su, tu non vuoi veramente vivere in questo modo! Tu non vuoi far finta esteriormente di essere un cristiano, ma interiormente sapere che il peccato ti spinge. Forse sei legato dal desiderio per il denaro, o hai pensieri impuri per l'altro sesso? Forse sai di essere pigro, o il tuo cristianesimo è solo per avere onore dalla gente? Sei ormai abituato a vivere una vita con la quale sei in disaccordo in effetti nel profondo del tuo cuore.

Rifletti sulla tua vita. Esattamente come il figliol prodigo, dirai, "Perché dovrei vivere in questo modo?" Perché essere infelice, sentirmi giudicato nella coscienza, essere lontano da Dio? Lui sarebbe molto felice di accoglierti. Tu puoi vivere onestamente davanti a Dio, con lo Spirito Santo come tua guida.

Auto-riconoscimento

Se sei stanco del peccato, allora puoi andare a Gesù, che può aiutarti

Riconosci il tuo peccato. "Se confessiamo i nostri peccati, egli è fedele e giusto da perdonarci i peccati e purificarci da ogni iniquità." 1 Giovanni 1:9. Entrambi, Gesù e Paolo, hanno ordinato di smettere di peccare. (Gv. 8:11, 1 Cor. 15:34). "Chiunque rimane in lui non persiste nel peccare." 1 Gv. 3:6. La maggior parte dei cristiani non si preoccupa di smettere di peccare. La loro cristianità è solo un modo di alleviare la loro coscienza. Alcuni sono così incalliti che usano la loro religiosità come mezzo per guadagnare beni materiali. Escogitano ogni sorta di piano per chiedere denaro, facendo finta di essere dei devoti cristiani, ma nella realtà sono abbastanza soddisfatti con le loro vite peccaminose e di riuscire nei loro piani intelligenti.

Se riconosci che da cristiano continui ancora a peccare e non sei giunto a una vita di vittoria sul peccato, e ti affliggi per questo, allora c'è speranza per te. Se veramente desideri avere vittoria, allora sei pronto a consegnare completamente la tua vita a Dio. Se sei stanco del peccato, allora puoi andare a Gesù, che può aiutarti (Mt. 11:28).

Onestà totale

Dio è tanto potente da poterti aiutare, se vuoi smettere di peccare

Devi essere totalmente onesto con te stesso e con Dio. Forse sei una persona intelligente e dotata e capace di far credere alla gente che sei un bravissimo cristiano. Ma non puoi prendere in giro Dio. È il peccato a causare la separazione tra noi e Dio. Dio è tanto potente da poterti aiutare, se vuoi smettere di peccare e dare tutta la tua vita a Lui. Gesù è venuto in terra per salvarci dal nostro peccato.