Gesù Cristo può aiutarti!

Gesù Cristo può aiutarti!

Scritto da: La redazione | Pubblicato: giovedì 9 gennaio 2014

Dal cielo Dio e suo Figlio videro l’umanità nella disperazione. I loro cuori ardevano d’amore per gli uomini, molto più di quanto ci si possa mai immaginare. Dio ha mandato il proprio figlio, Gesù, per salvarci per l'eternità e rendere possibile per noi vivere una vita nella libertà dal peccato!

Videro come i popoli soffrivano per le conseguenze della caduta nel peccato, che erano diventati recalcitranti verso le buone leggi della vita date da Dio. Questo essere recalcitranti era costituito dai desideri e dalle passioni in noi. La Bibbia lo definisce “il peccato nella carne” e nessun uomo è forte abbastanza per guidarlo.

Mosso da compassione, il Figlio di Dio venne in terre per aiutarci. Gesù nacque come Figlio dell’uomo.

Gesù, un uomo come te e me

La Bibbia descrive molto chiaramente che era veramente in terra come un uomo, esattamente come te e me. Con una vita emotiva e con il suo personale carattere. E cosa ancora più importante: Adesso sentiva in sé stesso quali forze basse e oscure si trovano in un uomo a causa del peccato originale.

Sta scritto nella Bibbia che è stato tentato come noi in ogni cosa (Eb. 4,15). Questo non significa che avesse esattamente le stesse situazioni esteriori delle nostre, ma che dentro di sé provava le stesse cose grazie a quei sentimenti e quei pensieri che si presentavano nelle situazioni e che andavano contro le leggi di Dio.

Nella Bibbia non sta scritto solo che fu tentato, ma anche che non commise peccato.

Questi pensieri e questi sentimenti bussarono alla porta del suo cuore, proprio mentre lui viveva con tutto il suo cuore per Dio e per fare la volontà di Dio. La Bibbia definisce questo una tentazione. Se non voleva peccare nelle tentazioni allora doveva iniziare a combattere, nonostante fosse il Figlio di Dio.

Per questo sta anche scritto che mentre Gesù era in terra, pregò con alte grida e con lacrime a Dio, che poteva salvarlo dalla morte (Eb. 5,7). Grazie siano rese a Dio che questo è avvenuto; nella Bibbia non sta scritto solo che fu tentato, ma anche che non commise peccato. Se avesse commesso peccato, sarebbe morto come le altre persone e non sarebbe resuscitato. Ma Dio in cielo era con lui quando era tentato e esaudiva le sue preghiere, in modo che non commise mai peccato. Per questo la morte non ha avuto potere su di lui.

Lui conosce le tue lotte

E per questo adesso lui può aiutare te e me! Tu sai cosa bussa alla porta del tuo cuore; tu sai cosa vuole regnare su di te. Possono essere cose di ogni genere che in precedenza ti dominavano e per le quali hai avuto bisogno del perdono per riconciliarti con Dio e con gli uomini. Spuntano di nuovo nei tuoi pensieri, mentre tu non vuoi assolutamente più avervi a che fare. E in questo Gesù può avere compassione per te. 

Pensa a lui, come lui stesso ha combattuto una guerra contro tutto questo. Nel corso dei circa 30 anni in cui era un uomo, ha utilizzato i suoi giorni nel porre fine al peccato che abitava in lui e che poteva tentare anche lui.

Lui ti segue

Tu puoi ricevere forza dal cielo esattamente quando hai bisogno di aiuto per non cedere quando sei tentato.

Adesso lui è in cielo e ti segue. Lui prega per te presso il Padre, affinché riesca anche per te, esattamente come è riuscito per lui. Proprio perché tu lo sai, puoi pregare con franchezza per ottenere la stessa forza che aiutò Gesù quando era un uomo come te e me. Tu puoi ricevere forza dal cielo esattamente quando hai bisogno di aiuto per non cedere quando sei tentato. In modo che tu possa dire «No!» nelle tentazioni. Questa diventa una vita completamente nuova, dove il peccato non ha più alcun potere.

(Leggi Eb. 4,15-16, e capitolo 5,7-8.)