Ho bisogno di andare in chiesa per essere un cristiano?

Ho bisogno di andare in chiesa per essere un cristiano?

Scritto da: Kenneth de Jong | Pubblicato: sabato 31 gennaio 2015

Cristiano. Cerca le definizioni della parola e scoprirai probabilmente che la definizione "persona che frequenta una Chiesa” non rientra in nessuna di esse. Essere cristiano significa essenzialmente essere un seguace di Cristo. E che cosa significa seguire Cristo? L’unico posto dove guardare per trovare il vero significato è la Bibbia.

“Se uno vuol venire dietro a me, rinunci a se stesso, prenda la sua croce e mi segua." Matteo 16:24

“Infatti a questo siete stati chiamati, poiché anche Cristo ha sofferto per voi, lasciandovi un esempio, perché seguiate le sue orme. Egli non commise peccato.” (1 Pietro 2:21-22)

Essere un cristiano significa che cammino su questa via della vittoria sul peccato al quale sono tentato.

Ci sono molti versetti che dicono la stessa cosa. L’essere un vero seguace di Cristo riguarda quello che accade all’interno. Gesù era un uomo come noi, ma non ha mai commesso peccato. Per questa ragione ha reso possibile anche per noi vincere il peccato. Essere cristiano significa che cammino su questa via della vittoria sul peccato al quale sono tentato. Forme e costumi esteriori, la nostra apparenza davanti alla gente, o l'essere un membro di una particolare chiesa non sono le cose che definiscono ciò che è essere un cristiano.

Si potrebbe pensare allora, è allora necessario andare in chiesa? Fintantoché ho la Parola di Dio che mi mostra la vita che ha vissuto Gesù, non posso essere semplicemente un cristiano solitario, seguendolo da solo?

Il corpo di Cristo

Anche se questo potrebbe sembrare teoricamente possibile, l’apostolo Paolo usa la rappresentazione di un “corpo” per spiegare che, se vogliamo davvero fare progressi, abbiamo bisogno l’uno dell’altro.

“Da lui tutto il corpo ben collegato e ben connesso mediante l’aiuto fornito da tutte le giunture, trae il proprio sviluppo nella misura del vigore di ogni singola parte, per edificare se stesso nell’amore.” Efesini 4:16

Qui possiamo vedere che tutti i veri cristiani sono membri di questo corpo di Cristo (v. 11-12), e come tali, abbiamo bisogno l'uno dell'altro cosicché tutti possiamo progredire sulla via che Lui ha aperta per noi. Potrebbe essere che non tutti abbiamo lo stesso ruolo nel corpo, ma se sono fedele nel seguire veramente Cristo e nel resistere alle tentazioni al peccato che incontro nella mia vita, allora "faccio la mia parte." Sto determinando la crescita del corpo. Ecco perché abbiamo bisogno di riunirci regolarmente, per edificarci e incoraggiarci reciprocamente nel resistere nella tentazione.

Quando vedo gli altri membri del corpo di Cristo, sono rafforzato nel sapere che ci sono molte altre persone che combattono lo stesso mio combattimento di fede.

Anche se so che Cristo guarda al cuore e che posso ricevere cibo spirituale dalla Bibbia e da altre scritture cristiane, so pure che ho ancora bisogno dell’incoraggiamento che ricevo andando in chiesa. Lo sento soprattutto quando non riesco ad andare a tutte le riunioni, per motivi di lavoro o scuola. Mi sento rinfrescato e sollevato quando ascolto il vangelo di Cristo predicato da uomini fedeli di Dio. E quando vedo gli altri membri del corpo di Cristo, sono rafforzato nel sapere che ci sono molte altre persone che combattono lo stesso mio combattimento di fede. Ascoltando le testimonianze di queste persone sull’aiuto che hanno ricevuto dalla parola di Dio e dove hanno ricevuto vittoria, mi aiuta a ricevere più luce e a continuare a seguire Cristo sulla vita della vittoria sul peccato.

Questa è la speranza che Dio ha per noi, come scrive Paolo:

“Fino a che tutti giungiamo all’unità della fede e della piena conoscenza del Figlio di Dio, allo stato di uomini fatti, all’altezza della statura perfetta di Cristo; affinché noi… cresciamo in ogni cosa verso colui che è il capo, cioè Cristo” Efesini 4:14-15

Non una regola, ma un bisogno

Non ci sono regole dure e ferme nella Bibbia riguardo al frequentare la chiesa. Tuttavia, l’autore della lettera agli Ebrei scrive chiaramente come i membri del corpo di Cristo dovrebbero affrontare la cosa.

“Manteniamo ferma la confessione della nostra speranza, senza vacillare; perché fedele è colui che ha fatto le promesse. Facciamo attenzione gli uni agli altri per incitarci all’amore e alle buone opere, non abbandonando la nostra comune adunanza come alcuni sono soliti fare, ma esortandoci a vicenda; tanto più che vedete avvicinarsi il giorno.” (Ebrei 10:23-25)

Dobbiamo confessare reciprocamente la nostra fede, incitandoci a vicenda all’amore e alle opere buone.

Dobbiamo confessare reciprocamente la nostra fede, incitandoci a vicenda all’amore e alle opere buone!

Un vero seguace di Cristo troverà di aver bisogno di andare in chiesa; lì si riceve aiuto e incoraggiamento e comunione con coloro che lavorano per costruire questo corpo di Cristo.