L’omosessualità è peccato?

L’omosessualità è peccato?

Pubblicato: mercoledì 5 agosto 2015

La sessualità umana è complessa. Ci influenza fisicamente, mentalmente e spiritualmente. A causa del potere del peccato, portato nel mondo attraverso la caduta, Dio ci ha dato delle leggi spirituali al fine di garantire che la sessualità potesse rimanere la benedizione che Lui voleva fosse.

Dopo la caduta, Satana ha immediatamente colto l’occasione per fare uso di questa forza potente. Ha reso tutto più complicato, allontanando le persone dalla benedizione di Dio. I loro puri istinti sessuali sono stati contaminati dal peccato, e improvvisamente si vergognavano della loro nudità.  (Genesi 3:7, 10-11) Furono risvegliati desideri impuri, che avrebbero continuato a tormentare i loro discendenti per tutte le generazioni.

Passioni e immoralità sessuale

“Perciò Dio li ha abbandonati a passioni infami:  infatti le loro donne hanno cambiato l'uso naturale in quello che è contro natura; similmente anche gli uomini, lasciando il rapporto naturale con la donna, si sono infiammati nella loro libidine gli uni per gli altri commettendo uomini con uomini atti infami, ricevendo in loro stessi la meritata ricompensa del proprio traviamento.” Romani 1:26-27.

La parola di Dio chiarifica oltre ogni dubbio che la pratica omosessuale è contro la sua volontà e il suo disegno, e quindi è peccato. Tutte le persone sono tentate dalle passioni sessuali, in una miriade di forme e manifestazioni. Ma la parola di Dio, la sua legge spirituale, è chiara: ogni attività sessuale al di fuori del matrimonio tra un uomo e una donna è peccato e non può essere benedetta da Dio.

“Dio creò l'uomo a sua immagine; lo creò a immagine di Dio; li creò maschio e femmina.  Dio li benedisse; e Dio disse loro: «Siate fecondi e moltiplicatevi; riempite la terra, rendetevela soggetta,  …Perciò l'uomo lascerà suo padre e sua madre e si unirà a sua moglie, e saranno una stessa carne.” Genesi 1:27-28 e Genesi 2:24.

La parola di Dio, la sua legge spirituale, è chiara: ogni attività sessuale al di fuori del matrimonio tra un uomo e una donna è peccato e non può essere benedetta da Dio.

Questo rapporto – tra un uomo e una donna all’interno di un matrimonio per tutta la vita in fedeltà – è ripetuto tante volte nella Bibbia, ed è l’unica rapporto sessuale sancito e benedetto da Dio.

Il nostro desiderio sessuale non è un peccato. Ma i desideri sessuali al di fuori del matrimonio tra un uomo e una donna ci tentano a peccare. Questi sono ciò che la Bibbia chiama “passioni,” e cedere ad essi è peccato. Questo include il sesso prematrimoniale, il sesso extraconiugale, il cedere a pensieri sessuali impuri, alla pornografia – e il praticare l’omosessualità. La Bibbia è molto specifica su questo. Alcuni di questi versetti sono elencati alla fine di questo articolo.

Dio è la più alta autorità

Le nostre personalità, inclinazioni, reazioni, orientamenti, punti di vista, opinioni ecc. sono complessi. Alcuni di questi sono scritti nei nostri geni, mentre altri sono influenzati dal nostro ambiente, dalle circostanze, l’istruzione, l’eduzione e da altri fattori.

La società, le culture e le leggi sono in continuo cambiamento ed evoluzione, ma Dio e la Sua Parola e lo Spirito nella parola rimangono immutati. Se Dio ha espressamente proibito l’omosessualità e altre immoralità sessuali, non è stato perché non fosse illuminato, ingenuo o intollerante. La legge è stata data per contrastare il peccato e perché l’umanità si era allontanata dalla sua finalità originaria e dalla sua benedizione. Quello che allora era immorale per gli standard di Dio non è diventato morale oggi solo perché la maggior parte lo tollera e accetta.

Quello che allora era immorale per gli standard di Dio non è diventato morale oggi solo perché la maggior parte lo tollera e accetta.

Siamo fortunati ai nostri tempi ci sia stata attenzione ai diritti umani e alle libertà, arginando oppressioni, abusi e ingiustizie. Tuttavia, alcune cosiddette “libertà” o libertà divenute legge sono in diretto contrasto con le leggi spirituali di Dio e assecondano direttamente le passioni peccaminose della natura umana. Né le nostre opinioni o i nostri punti di vista mutevoli, né quelli della maggioranza possono essere la nostra massima autorità. Dio è il Creatore. Lui è Onnipotente, ed è solo la sua volontà, come espresso nella Bibbia, ad essere immutabile e perfetta nel tempo e per l’eternità.

La pratica omosessuale è espressamente menzionata come un abominio per Dio, e come tale questo non dovrebbe essere un punto di discussione o argomentazione per i cristiani che vogliono veramente servirlo. Se crediamo nella parola di Dio come la Parola di Dio, non c’è nulla su cui argomentare.  Non possiamo aggiustare le cose secondo i nostri obbiettivi, indipendentemente da quanto questo possa essere difficile.

Dio non lascerà che tua sia tentato oltre le tue forze

Il non vivere secondo il proprio innato orientamento omosessuale richiede un grandissimo sacrificio e potrebbe essere una lotta che dura per tutta la vita. Ma Dio è fedele. Indipendentemente da quanto sia difficile, o da quanto possa sembrare insopportabile la sofferenza, Lui dà la forza per vincere e vivere una vita pura per Lui.

“Nessuna tentazione vi ha còlti, che non sia stata umana; però Dio è fedele e non permetterà che siate tentati oltre le vostre forze; ma con la tentazione vi darà anche la via di uscirne, affinché la possiate sopportare.” 1 Corinzi 10:13.

Il non vivere secondo il proprio innato orientamento omosessuale richiede un grandissimo sacrificio e potrebbe essere una lotta che dura per tutta la vita. Ma Dio dà la forza per vivere una vita pura per lui.

La via di uscirne è la croce – portare nella morte tutte le passioni peccaminose. (Colossesi 3:5-7, Galati 5:24) Questo non porterà necessariamente via la spinta o l’orientamento naturale di una persona, ma così lui non è più schiavo del peccato. È libero di servire Dio e di fare la sua volontà. Un tale sacrificio è estremamente gradito a Dio, e lui darà una ricca ricompensa, non solo in cielo ma anche qui sulla terra. Dio benedice quelli che vivono completamente per lui. Nessuno che abbia veramente rinunciato a tutto per servire Dio se ne pentirà. Lui vuole solo il meglio per noi.

Dio odia il peccato, ma Dio ama ogni peccatore, indipendentemente da chi sia e da quello sia la sua storia, che ha fatto. (Romani 6:23) Egli ama ognuno di noi più di quanto riusciamo a comprendere. Lui ha mandato suo figlio, Gesù Cristo, che ha pagato il prezzo per i nostri peccati, e ci ha indicato la via di uscirne. Non c’è un peccato per il quale Gesù non sia morto; non c’è una tentazione per la quale Dio non ci possa dare la forza per vincere. Lui ha steso la sua mano – afferrala!

“Ma ora, liberati dal peccato e fatti servi di Dio, avete per frutto la vostra santificazione e per fine la vita eterna;” Romani 6:22. La battaglia può essere dura, il sacrificio pesante, ma non può essere paragonato alla vita eterna e gloriosa che Dio vuole dare a coloro i cui nomi sono scritti nel libro della vita – quelli che hanno vinto. (Romani 8:18, Apocalisse 3:5)

 

Alcuni versetti biblici riguardo all'immoralità sessuale

“Non avrai con un uomo relazioni carnali come si hanno con una donna:  è cosa abominevole.” Levitico 18:22.

“Non sapete che gli ingiusti non erediteranno il regno di Dio? Non v’illudete; né fornicatori, né idolatri, né adulteri, né effeminati, né sodomiti, né ladri, né avari, né ubriachi, né oltraggiatori, né rapinatori erediteranno il regno di Dio.  E tali eravate alcuni di voi; ma siete stati lavati, siete stati santificati, siete stati giustificati nel nome del Signore Gesù Cristo e mediante lo Spirito Santo.” 1 Corinzi 6:9-11.

“«Voi avete udito che fu detto: "Non commettere adulterio".  Ma io vi dico che chiunque guarda una donna per desiderarla, ha già commesso adulterio con lei nel suo cuore.” Matteo 5:27-28.

“Fuggite la fornicazione. Ogni altro peccato che l'uomo commetta, è fuori del corpo; ma il fornicatore pecca contro il proprio corpo.” 1 Corinzi 6:18.

“Il matrimonio sia tenuto in onore da tutti e il letto coniugale non sia macchiato da infedeltà; poiché Dio giudicherà i fornicatori e gli adùlteri.” Ebrei 13:4.

“Per questo Dio li ha abbandonati all'impurità, secondo i desideri dei loro cuori, in modo da disonorare fra di loro i loro corpi; essi, che hanno mutato la verità di Dio in menzogna e hanno adorato e servito la creatura invece del Creatore, che è benedetto in eterno.  Amen. Perciò Dio li ha abbandonati a passioni infami:  infatti le loro donne hanno cambiato l'uso naturale in quello che è contro natura; similmente anche gli uomini, lasciando il rapporto naturale con la donna, si sono infiammati nella loro libidine gli uni per gli altri commettendo uomini con uomini atti infami, ricevendo in loro stessi la meritata ricompensa del proprio traviamento.” Romani 1:20-32.