Le conseguenze del peccato

Le conseguenze del peccato

Scritto da: Mark Floor | Luogo: Vanderbijlpark, Sudafrica | Pubblicato: sabato 11 ottobre 2008

Viviamo in un tempo in cui le forze oscure sono così forti che in breve tempo si può distruggere la propria vita. Cedendo un poco a droga, pornografia, vanità, ecc., si può entrare in delle conseguenze sgradevoli di lunga durata.

Vivendo così, finisci in una vita in cui con tristezza guardi indietro verso un piccolo gesto che ha causato così tante cose brutte. Non è così comune guardare alle conseguenze delle proprie azioni. Mosè comunque lo fece. Si rifiutò di godere per breve tempo del peccato e per questo poteva guardare alla ricompensa (Eb 11, 25-26).

Possiamo scegliere cosa seminare, ma non possiamo scegliere cosa raccogliere.

Timoteo era un fedele servitore di Gesù. Eppure aveva bisogno dell’esortazione di fuggire le passioni giovanili e ricercare l’amore e la purezza (2 Tm 2,22).

Questa storia dimostra che Timoteo poneva un righello a fianco alle sue azioni. Guardava verso la conclusione e le conseguenze delle sue azioni. Divenne così utile per Gesù.

Vide anche molto chiaramente che se avesse seguito l'esortazione di Paolo, cioè di fuggire le passioni giovanili e se avesse ricercato la purezza, avrebbe potuto piacere anche a Gesù perché viveva secondo la Sua volontà.

Raccogliamo quello che seminiamo

Possiamo scegliere cosa seminare, ma non possiamo scegliere cosa raccogliere. Per questo pensa alle conseguenze delle tue azioni. Felice è chiunque faccia una scelta come Mosè, Paolo e Timoteo. Essi riceveranno pace e vera felicità.

Se hai fatto la scelta sbagliata, ma hai comunque un desiderio verso purezza e pace, allora dai oggi stesso il tuo cuore a Gesù. Lui può perdonare i tuoi peccati e ti può aiutare a vivere una vita pura e veritiera per Lui (Sl. 51,10).

Questa resa ha conseguenze magnifiche e di grande portata per la tua vita.