Romani 8:28 – L’incredibile realtà di questo versetto ben noto

Romani 8:28 – L’incredibile realtà di questo versetto ben noto

Pubblicato: lunedì 9 gennaio 2017

“Or sappiamo che tutte le cose cooperano al bene di quelli che amano Dio, i quali sono chiamati secondo il suo disegno”. Romani 8:28.

Leggiamolo: “Or sappiamo che tutte le cose” (sia buone che cattive, piacevoli e spiacevoli - tutto - e questo include ogni persona) “cooperano al meglio” (come sta scritto nella traduzione più forte, e questa è la più precisa), “di quelli che amano Dio”. Tutto quello che incontriamo nella vita, tutto senza eccezione, coopera al nostro meglio. Non poteva essere scritto più chiaramente, ma la superficialità porta a non vederlo. Noi, semplicemente, non riusciamo a leggere in modo corretto. E non siamo nemmeno abbastanza interessati; non ci prendiamo il tempo per farlo.

Ho sentito quest’affermazione, “Romani 8:28 è stato il mio conforto per molti anni”. Posso ben immaginare che molti abbiano avuto la stessa comprensione. “È stato un conforto” - ma chi deve essere confortato? Sono coloro che sono addolorati che sono confortati e che devono essere confortati. Ma se credo in Romani 8:28, non è possibile essere tristi. È assolutamente impossibile. Non posso essere triste. Credere in Romani 8:28 è lo stesso che essere pieni di gioia, sempre di più, giorno e notte, in ogni circostanza, prova e situazione possibile. Assolutamente estatico, completamente!

Allora il versetto seguente è adempiuto: “In ogni cosa rendete grazia...” 1 Tessalonicesi 5:18. “In ogni cosa buona rendete grazia...” Non è quello che sta scritto. Dice: “In ogni cosa rendete grazia”. Sia “cattive” che buone. Questo è quanto sarai grato, se credi in Romani 8:28. Sta anche scritto. “Rallegratevi sempre nel Signore. Ripeto: rallegratevi!” Filippesi 4:4. Questo non è possibile senza credere in Romani 8:28. Ma se credo in Romani 8:28 non posso fare altro. Allora sono sempre enormemente felice.

“Chi ha i miei comandamenti e li osserva, quello mi ama; e chi mi ama sarà amato dal Padre mio, e io lo amerò e mi manifesterò a lui." Giovanni 14:21.

Credi veramente che tutte le cose cooperano al bene di quelli che amano Dio? Se noi inequivocabilmente affermiamo che crediamo, allora osserviamo i suoi comandamenti, e nessuna circostanza possibile, buona o “cattiva”, ostacolerebbe la vita di Cristo dall’essere manifestata nel nostro corpo mortale. (2 Corinzi 4:10-11)

Esattamente per questa ragione, credere in Romani 8:28 deve necessariamente portare al fatto che io:

1. Non mi arrabbio.
2. Non mi sento offeso.
3. Non mi sento insultato.
4. Non agisco impetuosamente.
5. Non perdo il mio autocontrollo.
6. Non divento geloso.
7. Non divento invidioso.
8. Non mi scoraggio.
9. Non divento amareggiato.
10. Non porto rancore verso nessuno.
11. Non mi lamento di qualcosa.
12. Non mormoro.
13. Non sono insoddisfatto.
14. Non mi vendico.
15. Non prendo quello che appartiene ad altri.
16. Non faccio qualcosa che sia falso o ingannevole.
17. Non divento ansioso quando succede qualcosa.
18. Non mi comporto in modo molto competitivo.
19. Non oltraggio quando sono oltraggiato.
20. Non detesto nessuno.
21. Non mi arrabbio.
22. Non sento che è difficile sopportare quando devo subire un rimprovero.
23. Non penso che qualcosa sia fastidioso.
24. Non penso che qualcuno o qualcosa mi ostacoli.
25. Non sento di essere sempre sfortunato.
26. Non sento di essere sempre deluso.
27. Non mi sento ingannato.
28. Non desidero sempre più e i migliori cibi prelibati, mobili o altre cose terrene.
29. Non mi sento afflitto di aver ricevuto la consorte che ho o che non ho una consorte.

Ci si sbarazza di tutta la miseria semplicemente credendo in questa scrittura! Non c’è da meravigliarsi che Paolo scriva che il vangelo è una forza per la salvezza per tutti coloro che credono.

Credere in Romani 8:28 porta necessariamente a:

1. Profonda pace e riposo in Dio.
2. Felicità ininterrotta.
3. Una gioia profonda, celestiale.
4. Una vita salda, vittoriosa.
5. Una mente fedele e una vita fedele.
6. Anime che ottengono fiducia in te.
7. Una vita fruttuosa e benedetta.
8. Saggezza.
9. Forza.

Credere Romani 8:28 porta a:

1. Uomini e donne preparati per ogni buon'opera.
2. Chiese.
3. Servi capaci e guide nelle chiese.

Se una persona ha letto e ha sentito la Parola di Dio per molti anni e questi buoni e gloriosi risultati non si sono materializzati, questa è la prova migliore del fatto che la persona abbia creduto o meno la Parola che ha letto e sentito.

Se qualcuno adesso pensa che questi frutti sono desiderabili, allora coltiva l’albero con grande cura!

 

Questa è la versione combinata e riveduta di due articoli pubblicati per la prima volta in norvegese: “Credi in Romani 8:28?” Dal periodico della BCC “Skjulte Skatter” (“Tesori Nascosti”) nel giugno 1949, e una trascrizione di un messaggio di Elias Aslaksen nel gennaio 1976, “Tutto coopera al meglio”, pubblicato nel libro “Ultimi messaggi di Elias Aslaksen”. (1979)
© Copyright Stiftelsen Skjulte Skatters Forlag