Stai combattendo consapevolmente contro il peccato?

Stai combattendo consapevolmente contro il peccato?

Scritto da: Carl Henry | Pubblicato: lunedì 27 marzo 2017

Un po’ di tempo fa ho sentito qualcuno usare una frase che mi ha veramente impressionato. Hanno citato "intraprendere consapevolmente una battaglia” in riferimento a come trattare il peccato. Questo mi ha fatto pensare. Che cosa significa per me personalmente intraprendere una battaglia consapevole contro il peccato?

Posso facilmente perdere traccia delle cose se non faccio attenzione. E più ci penso, tanto più mi rendo conto che si può dire la stessa cosa della mia vita spirituale. Quando non mi concentro sul tentativo di essere puro, per esempio, allora l’impurità può facilmente insinuarsi senza che me ne accorga. Oppure, se non mi concentro sull’avere solo pensieri positivi sulle persone e nel non giudicarle, allora posso facilmente iniziare a giudicarle quasi inconsciamente. Peccati come questi sono parte della mia natura umana e possono intrufolarsi nella mia mente se non faccio attenzione. È qui dove mi rendo veramente conto che c’è una differenza tra il non cercare di fare qualcosa e il cercare attivamente di non fare qualcosa. Una cosa è affrontare la vita sapendo che non sto intenzionalmente cercando di peccare. Ma cercare consapevolmente di non peccare è qualcosa di completamente diverso. È lì dove entra in gioco la battaglia consapevole contro il peccato. Ho bisogno di mantenere in prima linea nella mia mente questa cosciente, attiva e decisa battaglia. Ho bisogno di svegliarmi ogni mattina con una ferma decisione che oggi non peccherò. Oggi combatterò piuttosto che peccare; sarò in guardia.

Concentrandomi sulle mie opportunità

Mi rendo conto che questo è qualcosa per cui devo effettivamente lottare. Ho bisogno di prendere sul serio questa battaglia. Ogni volta che sono tentato di peccare decido dove passerò la mia eternità. Non potrebbe essere cosa più seria. Se non sono attento a rimanere in una cosciente miseria – in una condizione desiderosa di cambiare – allora posso facilmente cadere al di fuori della condizione di bisogno. Improvvisamente non è così importante per me vincere, o non importa se sono un poco impaziente o un poco impuro. No, per me è diventato importante che mi concentri veramente sulla mia salvezza. È la ragione per cui sono sulla terra; la ragione per cui sono stato chiamato da prima della fondazione del mondo. “Adoperatevi al compimento della vostra salvezza con timore e tremore.” Filippesi 2:12. Lo faccio? È questo il mio interesse più grande?

Per esempio, essere più paziente è qualcosa con cui ho iniziato a lavorare ultimamente. Prego di essere paziente, cosicché quando vengono le situazioni che mettono alla prova la mia pazienza, sia veramente concentrato sull’essere più paziente in modo da poter prendere più parte alle virtù di Cristo? Quando prego di amare di più le persone, passo il mio tempo ad avere buoni pensieri su di loro, cosicché si sviluppi di più l’amore? Quando mi concentro su questo, allora non ho neanche il tempo di giudicare o di avere pensieri negativi.

Ho 21 anni e guardandomi indietro posso vedere che la mia pazienza è cresciuta da quando ne avevo 20. E se la mia pazienza non fosse cresciuta non sarebbe stato perché non ho affrontato correttamente quelle situazioni in cui la mia pazienza è stata messa alla prova?  Ho certamente avuto delle opportunità di crescere nella pazienza, ma se non le avessi viste per quello che valevano, la mia pazienza non sarebbe cresciuta. E ogni giorno a lavoro o a scuola c’è impurità intorno a me, ma riesco a rimanere puro nonostante quello che capita attorno a me? Per questo ho bisogno di essere vigile e sveglio.

“Siate sobri, vegliate; il vostro avversario, il diavolo, va attorno come un leone ruggente cercando chi possa divorare.” 1 Pietro 5:8.

Se il mio nemico mi cerca con una tale intensità e un tale interesse, non dovrei invece fuggire ancora più intensamente dal peccato che vuole intrappolarmi, e perseguire attivamente la salvezza e la santificazione?

“Fuggi le passioni giovanili e ricerca la giustizia, la fede, l'amore, la pace con quelli che invocano il Signore con un cuore puro.” 2 Timoteo 2:22.

Intraprendere questa battaglia

Adesso che mi sono impegnato a combattere consapevolmente questa battaglia, devo intraprenderla veramente. È facile per me credere di aver compiuto qualcosa solo perché ho deciso di farlo, ma non è così che funziona. Sì, ho preso una decisione, ma adesso devo preparare un piano di battaglia e realizzarlo. Sta scritto di Gesù che le sue preghiere furono esaudite per la sua pietà. (Ebrei 5:7) Lui temeva veramente di peccare contro Dio perché conosceva il potere distruttivo del peccato. Aveva visto come il peccato aveva distrutto la vita della persone sin dall’inizio dei tempi. Lui è il nostro più grande esempio di zelo e io posso bere del suo spirito di zelo leggendo la Bibbia e riempiendo la mia mente con lo spirito che aveva lui. Questa mente che preferiva piuttosto tagliare via una mano che peccare. (Matteo 5:30) Una mente armata che è disposta a soffrire nella carne in modo tale che io possa rinunciare al peccato (1 Pietro 4:1) Questa mente è entusiasta per le battaglie future, perché sa che la vittoria è certa.

Ci deve essere una fine al peccato. Devo essere estremamente sveglio se non voglio che passino inosservate le opportunità di essere salvati dal peccato. Deve essere questione di vita o di morte per me. “… e restare in piedi dopo aver compiuto tutto il vostro dovere.” Efesini 6:13. Anche se in questo momento le mie opportunità sembrano infinite, un giorno verranno a una fine. Allora non avrò più possibilità per giungere a salvezza. Quindi devo utilizzarle oggi! La mia salvezza deve essere della massima importanza nella mia vita. E per me posso dire che lo è veramente.