“Il Dio dei miracoli:” Una rappresentazione di Daniele

“Il Dio dei miracoli:” Una rappresentazione di Daniele

Scritto da: Julia Albig | Luogo: Victory, NY, USA | Pubblicato: mercoledì 28 ottobre 2015

Quest’anno la BCC Winnipeg ha ricevuto il compito di organizzare una rappresentazione durante la settimana della famiglia a Victory, Syracuse, New York.

Il compito che abbiamo preso questa estate nella BCC Winnipeg non è stato facile: Creare uno spettacolo musicale edificante e divertente della storia di Daniele, usando un gruppo di dilettanti e rappresentandola per un pubblico di quasi un migliaio di persone. Nessuno di noi è uno scrittore professionista, regista, attore, musicista, o tecnico audiovisivo. Dal momento che ero parte della regia, sapevo che avremmo avuto il nostro bel da fare.

Le prove sono iniziate a giugno, e il nostro cast di circa 30 persone si era messo all’opera per imparare le canzoni, le battute, le tecniche di recitazione e le coreografie. La storia di Daniele è potente, e noi volevamo assicurarci che attraverso la nostra rappresentazione si rivelasse il suo spirito.

Sembrava che niente andasse per il verso giusto

Sembrava che solo poco andasse a nostro favore. 

Abbiamo eseguito la nostra rappresentazione al centro delle conferenze della chiesa dello Stato di New York all’inizio di agosto. È stato un fine settimana frenetico cercando di ottenere tutto perfetto per la rappresentazione di domenica mattina, e sembrava che poche cose andassero a nostro favore. Eravamo pieni di problemi tecnici – i microfoni non funzionavano, un sistema di illuminazione che abbiamo dovuto imparare ad usare nel giro di 2 giorni e poco tempo a nostra disposizione per provare l’esibizione sul palco nella sala.

20 minuti prima che avessimo programmato di entrare in scena eravamo ancora nel bel mezzo della nostra ultima prova generale. Le luci non funzionavano come avrebbero dovuto e i microfoni facevano il loro lavoro per circa solo la metà del tempo. Il cast e la troupe pregavano tutti per un miracolo, sapendo che se avessimo fatto la rappresentazione nello stato in cui ci trovavamo adesso, sarebbe stata una delusione per tutto il pubblico. Ma in fede, abbiamo aperto le porte a 800 persone, che si precipitarono per trovare i loro posti, anticipando con impazienza quello che stava per venire. Le luci si abbassarono e abbiamo incominciato.

Noi serviamo il Dio dei miracoli

E questo è esattamente quello che è successo. La rappresentazione fu un enorme successo.

Il messaggio della nostra esibizione era che non dobbiamo mai temere perché serviamo il Dio dei miracoli, e nel rappresentarlo abbiamo scoperto proprio come questo fosse vero. Con nostro grande stupore, tutto il musical è andato liscio. Non abbiamo avuto un solo problema con le luci o l’audio, e gli altri problemi tecnici con cui stavamo combattendo soltanto un’ora prima erano miracolosamente scomparsi.

Il nostro obiettivo per tutto l’intero progetto era di benedire gli amici in occasione della conferenza e di rendere la storia di Daniele brillante come un esempio del potere della fede e della preghiera. E questo è esattamente quello che è successo. La rappresentazione è stato un enorme successo. A dispetto delle enormi probabilità di insuccesso, Dio è venuto in nostro aiuto, e con gioia – e con franchezza e assoluto sollievo - ho proferito, quando è terminata la rappresentazione, le parole insieme al “Re Dario”, “Ogni onore e gloria sia al Dio dei Miracoli!”

Galleria fotografica