Conferenza internazionale in Messico

Conferenza internazionale in Messico

Scritto da: Sven-Egil Risnes & Manuel Schradi | Luogo: León, Messico | Pubblicato: venerdì 24 giugno 2011

Alcuni sono arrivati in bicicletta, altri in macchina, un paio in autobus e molti in aereo. Nonostante le diversità etniche, culturali ed economiche, tutti i partecipanti sono venuti con lo stesso obiettivo: essere incoraggiati e fortificati nella loro fede cristiana.

“Questo è stato il più bel fine settimana della mia vita”, ha detto Vanessa di 13 anni, entusiasta del fine settimana della conferenza. Lei fa parte della chiesa locale a León in Messico, che ospitava la conferenza e che ha organizzato il tutto per il servizio e per i posti letto per tutte le 80 persone nel centro per conferenze della chiesa – El Rancho la Trinidad.

Questa è la seconda volta nella storia che la Brunstad Christian Church organizza una conferenza in Messico e le attese erano grandi.
 

La preziosa fede di Gesù

Sverre Riksfjord, invitato per l’occasione dalla Norvegia, ha iniziato la conferenza leggendo da 2. Pietro 1,1 riguardo alla preziosa fede di Gesù. Lui parlando con entusiasmo ha detto: “Noi saremo trasformati! È la stessa cosa che passare dall’essere umani all’essere divini. Questo è molto più del credere soltanto nel perdono dei peccati, e questo pienamente possibile per coloro che hanno la preziosa fede di Gesù".

Tra le riunioni è stata organizzata una caccia al tesoro all’interno della grande proprietà da 40 acri, e tutti potevano partecipare. “Qui c’è bisogno di intelligenza, fisica e non in ultimo collaborazione”, racconta Fabricio, uno dei giovani messicani che ha organizzato la caccia al tesoro. “L’abbiamo pianificata per molti mesi ed è un percorso duro, per cui ci attendiamo molte persone esauste alla fine”.

Con un cielo libero da nuvole, la colonnina di mercurio è salita prossima ai 40 gradi all'ombra. Alcuni andavano in giro in pantaloni di velluto scuri.

Harri Nevanlinna da Malaga in Spagna era uno di questi. “Non sono abituato a questo caldo e non ho fatto in tempo a cambiarmi. L’unica cosa a cui penso ora è tuffarmi in piscina”.

Gratitudine

“La gratitudine è un’arma fortissima. Quando si inizia a ringraziare, allora arriva il regno di Dio”. La riunione festiva della sera è stata inaugurata con queste parole. Questa affermazione è stata confermata con Ebrei 12,28: Perciò, ricevendo un regno che non può essere scosso, siamo riconoscenti, e offriamo a Dio un culto gradito, con riverenza e timore! “Quando scegliamo di essere riconoscenti per come Dio fa le cose per noi, allora questa riconoscenza è un’arma, in modo che pensieri pesanti e di preoccupazione scompaiono e si ottiene una gioia che non può essere scossa”.

Molti partecipanti felici hanno espresso il loro entusiasmo cantando canzoni o ringraziando per quello che era stato portato avanti alle riunioni.

Baseball

Immaginati venti messicani, dieci europei, cinque canadesi e un americano su un campo di calcio deserto in mezzo alla notte. Quello che in un film western sarebbe potuto essere un campo di battaglia sanguinoso, era fortunatamente solo una pacifica partita di baseball tra diverse nazioni.

“Strike”, grida Stephen, che essendo americano si è autodesignato arbitro. “Non è lo stesso livello della Major League, ma la voglia di giocare è almeno la stessa”, racconta con un sorriso, prima di continuare la sua corsa per fermare qualche europeo iperattivo che cerca di “rubare” un punto immeritato.

Dopo un fine settimana in allegra compagnia, giochi ed edificazione, era giunto il momento della separazione. Juan Ramon era per la prima volta alla conferenza con la moglie e due figli.

“L’esperienza di questa conferenza ha cambiato la mia vita e qui ci torno di nuovo”, afferma in modo deciso, prima di sedersi nella macchina che l’avrebbe trasportato alla fermata dell’autobus. Li attendevano dieci ore di autobus prima di arrivare a casa dove sarebbe ricominciata la vita quotidiana. La vita quotidiana prima e dopo una simile conferenza non sono più le stesse quando si costruisce la propria vita sulla parola ascoltata.