Esercitati alla pietà!

Esercitati alla pietà!

Scritto da: Irene Laing | Luogo: Harstad | Pubblicato: venerdì 22 giugno 2012

"Hai qualcosa in cui ti devi esercitare? Esercitati alla pietà!" Le luci illuminano il palco e l'attenzione di tutti è su Kåre J. Smith, che parla dal podio. La conferenza di Pentecoste della Brunstad Christian Church è in pieno svolgimento.

È l'ultimo fine settimana di maggio e circa 350 amici hanno viaggiato da tutte le parti del mondo verso la Norvegia a Harstad. Il paesaggio accidentato del nord della Norvegia è mozzafiato; le nuvole fluttuano sopra le montagne, e piccole cascate rendono più belle le rocce lungo la strada.

Questa non è però una gita turistica comune. I viaggiatori sono qui per sperimentare dal vivo la Festa di Brunstad a Harstad, e oltre alla festa, a partecipare alla conferenza di Pentecoste, che verranno entrambe tenute all'Harstad Kulturhus. La TV di Brunstad è sul posto, e gli eventi vengono trasmessi via satellite ed internet agli amici in tutto il mondo.

Un messaggio forte e chiaro

La sala è piena di giovani e anziani, che guardano sinceramente interessati a quello che viene detto. Kåre Smith inizia la prima riunione della conferenza, e qiando parla, il messaggio è forte, chiaro e semplice da capire. Parla dell'importanza di esercitarsi alla pietà (1 Tim. 4:7).
"È così radicato nella nostra natura umana vivere le nostre vite in base a quello che altre persone pensano di noi. Dobbiamo vivere le nostre vite al cospetto di Dio. Esercitati nel servire Dio, senza badare a quello che la gente pensa."

"È così radicato nella nostra natura umana vivere le nostre vite sulla base di quello che altre persone pensano di noi; il cercare l'onore umano. Dobbiamo vivere la nostra vita al cospetto di Dio. Esercitati nel servire Dio, senza badare a quello che la gente pensa.

Bernt Stadven segue nello stesso spirito.
"Nelle prove e nelle tribolazioni, quando sei tentato, usa l'occasione per mortificare quello che viene dalla tua carne, il peccato. Questo vuol dire esercitarsi alla pietà." (Col. 3, 1-13)

"Sento la parola entrare direttamente nel mio cuore"

Altri fratelli, tra cui quelli della chiesa locale di Harstad, continuano con la parola di Dio, e dopo aver udito molti messaggi rafforzanti la fede, i giovani hanno avuto la possibilità di testimoniare. Salgono sul palco e uno per uno, vanno verso il microfono.

Questi giovani sono pieni di gratitudine per le parole dette alla conferenza e testimoniano del loro desiderio di venir liberi dal cercare l'onore umano.
"Siamo chiamati a una vita di completa trasformazione!" dice uno dei giovani fratelli.

Adrienne Hairston, che è tra coloro che hanno dato una testimonianza, dice che la cosa più importante che vuole portare a casa dalla conferenza è di stabilire una vita interiore con Dio.
"Ho sentito questo tante volte prima, ma mai in modo così forte come questo fine settimana. Mentre siedo qui nella riunione, sento la parola andare direttamente nel mio cuore."

Scelte nella vita quotidiana

Andrew Courage è uno dei molti amici che partecipano alla conferenza, e lui dice che durante questo viaggio ha ricevuto vero aiuto spirituale. È profondamente grato per le "guide" che praticano quello che predicano e che sono quindi capaci di guidare gli altri verso una vita più profonda con Dio.

Andrew spiega ulteriormente di questa vita dei pensieri, una "vita nascosta" con Dio.
"Tutte le scelte che faccio nella vita comune, giornaliera, devono venire da una convinzione interiore che sono le scelte corrette al cospetto di Dio."

Il fine settimana volge al termine, ma le parole che sono state dette continuano a lavorare nel cuore di coloro che le hanno ascoltate. Non c'è dubbio che gli amici hanno ricevuto un rinnovato desiderio di essere tra coloro che sono descritti in un canto cantato durante l'ultima riunione:

"Sono coloro che in fedeltà
van ubbidienti e temono Lui,
al suo cospetto rimangono lor,
lo vogliono compiacer." (Vie del Signore n. 60)