Il segreto è che Gesù si è umiliato

Il segreto è che Gesù si è umiliato

Scritto da: Iver Vedvik | Luogo: Brunstad, Norvegia | Pubblicato: martedì 30 marzo 2010

BRUNSTAD, STOKKE: La nebbia non si è ancora diradata quando svolto verso l’ingresso del centro conferenze Brunstad mercoledì pomeriggio. C’è la riunione dei fratelli e da tutte le regioni orientali si riuniscono gli amici pieni di aspettative per ascoltare la parola.

- Si, eccoci di nuovo! dice uno dei passeggeri nella macchina. Pur se sono stato a Brunstad tante volte prima, sperimento sempre qualcosa di nuovo ogni volta che vengo qui e mi riferisco al messaggio nella chiesa.

Questa sera risuonava semplice e forte:
– Cerca la sapienza di Dio, allora giungerai ad una vita fantastica!
Kåre J. Smith inizia la riunione serale dei fratelli dicendo che tutto il mondo è stato creato per mezzo della parola di Dio, e Dio vide che quello che aveva creato era molto buono.
– Se entriamo nella sapienza di Dio, allora sarà così pure con noi, sicché quello che diciamo e che facciamo sarà molto buono. Allora sarà benedetto e buono per coloro che mi stanno attorno, dice Smith.

Kåre Smith continua parlando di alcuni misteri del vangelo di Dio:
– Il mistero che molti non capiscono è che Gesù si è umiliato e che in questo modo è giunto alla volontà di Dio. (Fil. 2. 6- 8) Allo stesso tempo lui ha inaugurato la via per coloro che lo vogliono seguire, sulla via che è andato. Ci sono molti che vogliono che per loro diventi come per Gesù nei cieli, ma non molti capiscono di seguirlo umiliando se stessi.


Comunione dopo la riunione


C’è una buona atmosfera nel ristorante fast food «Expressen» dopo la riunione e dalle code sembra che a molti sia venuto presto l’appetito. Io mi muovo tra le code e supero un uomo di 30 anni circa che ha quasi perso il vassoio con la coca cola e l’hamburger.
– Fortunatamente è andata bene, sorride l’uomo.


Mi siedo accanto ai fratelli Martin e Magnus. Hanno rispettivamente 20 e 22 anni e entrambi sono nati e cresciuti nella chiesa.
– Che cosa vi spinge a venire a Brunstad? Martin risponde che a Brunstad ci sono tante persone che desiderano venire alla vita di cui sentiamo nella chiesa e che viene annunziata e per questo stiamo molto bene assieme.
– Coloro che lavorano coi giovani nella chiesa locale hanno avuto un gran significato per me, dice Magnus, mentre saluta un conoscente di passaggio.


– Cosa vi ha colpito della riunione di oggi?
– È possibile ottenere la sapienza di Dio, dice Magnus e continua dicendo che possiamo ottenere la sapienza di Dio prendendo su di noi la nostra croce, rinnegando noi stessi ed umiliandoci.
– Credo che era edificante sentire quello che è stato detto che non dobbiamo ascoltare alla sapienza che viene dal basso, dice Martin pensieroso.
– Dobbiamo invece ascoltare quello che ha da dirci Dio e mantenerci vicino a Dio nei nostri pensieri.
Quando chiedo che cosa fosse ciò che li rendeva felici nelle circostanze quotidiane sorridono un poco e mi chiedono che cosa intendo di preciso. Comunque Magnus rispose che la ricetta è di avere una parola di Dio con cui lavorare giornalmente:
– Se hai una parola a cui pensare, allora questa ti può sostenere durante la giornata!