«Un assaggio del cielo!»

«Un assaggio del cielo!»

Scritto da: Karen-Birgitte Larsen, Andrea Ellefsen | Pubblicato: giovedì 17 marzo 2011

Cos'è la conferenza delle sorelle?

- La conferenza delle sorelle di quest’anno è stata la quinta conferenza organizzata a Brunstad. La prima è stata nel 2006.

- Quest’anno hanno partecipato oltre 3600 donne, che hanno rappresentato cinque continenti diversi.

Tante origini, condizioni di vita e nazionalità diverse riunite in uno stesso luogo. Da dove deriva questa necessità di riunirsi?

È finalmente arrivato il momento di un fine settimana a lungo atteso. La conferenza delle sorelle a Brunstad ha riunito quest’anno 3600 donne provenienti da tutto il mondo. Giovani madri, donne più grandi, sposate e nubili. Tutte sono sorelle nello Spirito, con le stesse grandi aspettative e la stessa gioia di venire a Brunstad.

Cos’è così speciale a questa conferenza? E cos’è in effetti ciò che crea la buona atmosfera, per la quale tante si sono rallegrate da molto tempo?
 

Elisabeth Matulke (57) e Anna Hauptmann (22) sono venute dalla Germania per partecipare alla conferenza. Guarda e ascolta le loro esperienze della conferenza qui:

«La potenza si dimostra perfetta nella debolezza!»

Nella prima riunione del fine settimana Kåre J. Smith parla della debolezza dell’uomo e della potenza che è disponibile presso Dio, mediante la fede. Vedi un estratto del discorso di Kåre J. Smith qui:

Kåre J. Smith spiega tra l’altro il concetto «dello spirito di Giosuè e Caleb».

«Se il SIGNORE ci è favorevole, ci farà entrare in quel paese e ce lo darà: è un paese dove scorre il latte e il miele.» (Num. 14, 8)

Questi eroi della fede erano disposti a sfidare i nemici per conquistare il paese che il Signore aveva promesso loro. Questo spirito di fede li condusse alla vittoria e il Signore diede loro il paese, nel quale scorreva il latte e il miele. Allo stesso modo possiamo combattere contro i nemici nella nostra propria natura e ricevere la forza per vincere.

Che cosa significa per te avere questa fede?

Ruth Chadwick (Durham, Inghilterra)

La fede è qualcosa a cui mi attengo giornalmente, essa può in realtà rivoltare le situazioni in qualcosa dalla quale posso trarre grande vantaggio nella mia vita. Essa mi fortifica e mi dà uno spirito di vittoria, così posso lottare contro i miei nemici.

Quali sono i nemici contro cui bisogna lottare?

Un nemico per me è per esempio la preoccupazione. Mediante la fede ricevo la sapienza per gestire le cose e vincere sulla mia natura, così divento una benedizione per i miei figli! Posso ricevere lo Spirito di Giosuè e Caleb, che entrarono nel paese e presero i nemici.

Perché è difficile credere?

Lydia Parkin (Didcot, Inghilterra)

Da esseri umani amiamo conoscere le risposte a tutto. Credere a qualcosa che non si vede non è sempre così semplice, ma è proprio di questo che la fede tratta. È facile dire che si è così deboli e che non si riesce a vincere, ma questo è soltanto perché cerco di farlo con le mie proprie forze.

Che cosa fai quando scopri i nemici nella tua natura?

Non si tratta di quello che sento o se sento che riesco ad affrontare le diverse situazioni. Se ho la fede, allora posso avere piena fiducia in Dio – lui è colui che mi aiuterà! Non posso dire che non ho forza, perché la mia forza viene da Dio.