2013 Conferenza dei Giovani in India

2013 Conferenza dei Giovani in India

Scritto da: Eunice Benjamin | Luogo: Alwaye, India | Pubblicato: giovedì 21 novembre 2013

“Una cosa ti manca: Va’, vendi tutto ciò che hai e dallo ai poveri e avrai un tesoro in cielo; poi vieni, prendi la croce, e seguimi.” Christoph Matulke dalla Germania apre la Conferenza dei Giovani in India con queste parole di Gesù da Marco 10:21.

Mentre molti altri in India erano in giro per il festival locale indù, Diwali, i giovani delle chiese di tutta l’India, ma anche di varie parti del mondo, si preparavano per la Conferenza dei Giovani al Centro Conferenze Alwaye (ACC) in India.

Come arriva finalmente il giorno della conferenza, gli amici iniziano ad arrivare finché l’intero posto è pieno di giovani entusiasti, felici di incontrarsi di nuovo. I giorni della conferenza sono pieni di varie attività. Soprattutto, questi giovani sono in trepidante attesa per ascoltare quello che Dio ha da dire loro attraverso i fratelli, e per lo Spirito che sarebbe stato asperso abbondantemente.

Il tema della conferenza era “Sii un discepolo; la tua vocazione è elevata!"

È necessario che siamo discepoli di tutto cuore, cosicché raccogliamo tesori in cielo! Questo è l’unico modo per trovare pace, riposo e per essere completamente felici!

Christoph Matulke esorta i giovani a non essere mai soddisfatti di se stessi. Molti pensano solo alle proprie buone azioni che hanno fatto in passato, e non considerano le loro attuali manchevolezze. “Quando Dio ci mostra quello a cui dobbiamo rinunziare, dobbiamo ubbidire con gioia! È necessario che siamo discepoli di tutto cuore, cosicché raccogliamo tesori in cielo! Questo è l’unico modo per trovare pace, riposo e per essere completamente felici!

Un fuoco è divampato nel cuore di molti per darsi veramente con tutto il cuore!

È stato spiegato che è veramente possibile giungere ad una completa felicità nelle nostre vite a prescindere dalle circostanze, semplicemente rinunciando a noi stessi e facendo quello che Dio vuole che facciamo.

Il significato della più grande vocazione in terra – di essere un discepolo di tutto cuore per Gesù – è risuonato forte e chiaro durante tutta la conferenza.

Giovani amici energici hanno dovuto usare il cervello, i muscoli e il lavoro di squadra per completare un entusiasmante Outdoor Challenge, che consisteva in una serie di azioni e compiti. Uno dei punti salienti della conferenza è stato l’incontro seguente al falò, dove i fratelli hanno risposto a varie domande dei giovani.

All’ultima riunione, siamo stati esortati a non tirarci mai indietro, quando torniamo alla nostra vita quotidiana nel momento delle prove, ma a seguire Gesù con tutto il cuore e a conquistare ogni nemico con l’aiuto di Dio.

Oggi il SIGNORE ti darà nelle mie mani, e Io ti abbatterò; ti taglierò la testa...così tutta la terra riconoscerà che c’è un Dio in Israele.

“Allora Davide rispose al Filisteo “Tu vieni verso di me con la spada, con la lancia e con il giavellotto; ma io vengo verso di te nel nome del SIGNORE degli eserciti, del Dio delle schiere d’Israele che tu hai insultate.” “Oggi il SIGNORE ti darà nelle mie mani, e Io ti abbatterò; ti taglierò la testa...così tutta la terra riconoscerà che c’è un Dio in Israele...” 1 Samuele 17:45, 46

Gli amici sono rimasti con un grande desiderio di afferrare la propria vocazione di essere un discepolo e di fare uso del proprio tempo di grazia con profonda umiltà, dipendendo completamente da Dio, per il quale niente è impossibile!

Galleria fotografica