Preparazione per il torneo di hockey

Preparazione per il torneo di hockey

Scritto da: Frank Myrland | Luogo: Syracuse, NY, USA | Pubblicato: mercoledì 12 marzo 2014

Ogni due anni, si svolge un torneo internazionale di hockey in Norvegia, in coincidenza della conferenza di Pasqua della Brunstad Christian Church. Ci troviamo a Syracuse, NY, USA, dove le squadre della chiesa locale BCC Connecticut e della BCC Toronto si sono incontrate per un fine settimana intenso e divertente.

La pista di hockey sul ghiaccio è ravvivata dallo scricchiolio del ghiaccio fresco sotto le lame dei pattini, dal “colpo” dei bastoni da hockey che colpiscono il ghiaccio, e dal rumore acuto dei puck che colpiscono le pareti. L’allenamento è in corso per circa 20 giovani giocatori di hockey dalla BCC Toronto e BCC Connecticut. Si sono incontrati a Syracuse, New York per esercitarsi per l'attesissimo torneo internazionale di hockey.

Gli allenatori entusiasti sono al lavoro, guidando la squadra attraverso il pattinaggio, il tiro e gli allenamenti nel lavoro di squadra. Chiedo a Mark, uno degli allenatori del Connecticut, che cosa lo motiva a lavorare con questa giovane squadra di hockey. “Questo gruppo è in un momento critico della loro vita,” dice. “Molti sceglieranno in questi anni in quale direzione andrà la loro vita. Queste amicizie e questi ricordi possono essere la motivazione per loro di prendere le decisioni giuste.”

Mentre si procede con l'allenamento in eserci più complicati, alcuni pattinatori meno esperti perdono di tanto in tanto un passaggio mentre girano attorno ai piloni, scivolando sul ghiaccio prima di colpire le pareti. Loro stessi tornano indietro e si riuniscono alla fila. L’incoraggiamento sul ghiaccio avviene in forme diverse - un complimento da parte dell'allenatore o un semplice colpetto col bastone da parte di un compagno di squadra.

David sta pattinando sul ghiaccio e si sta esercitando col tiro da una parte del ghiaccio. Il ventitreenne spiega quanto sia importante per gli allenatori impostare il tono per le sessioni di allenamento. “Nell'hockey può essere davvero facile sentirsi frustrati e arrabbiarsi quando le cose non vanno come si vuole,” dice. “Per me come allenatore, è davvero importante essere in uno spirito positivo, in modo che io possa essere un buon esempio per i ragazzi della squadra e possa guidarli in una buona direzione."

Gli stessi giocatori contribuiscono a mantenere un’atmosfera divertente e positiva durante gli allenamenti. Reuben, un attaccante di 16 anni, parteciperà al suo terzo torneo in Norvegia. Come uno dei giocatori più esperti, vuole essere un esempio per i suoi compagni di squadra. “A volte mi faccio coinvolgere troppo e posso diventare troppo competitivo, " dice. “Ricordo a me stesso che l’obiettivo del torneo è quello di rendere le cose piacevoli per i giocatori più giovani, così cerco di aiutarli, invece di agitarmi.”

Per terminare la sessione, la squadra ha la possibilità di mostrare le proprie abilità ritrovate in una partita amichevole contro gli adulti. Mentre i giocatori scorrono sul ghiaccio, stanchi ma contenti per i loro sforzi, chiedo agli allenatori quello che si aspettano dalla squadra nel prossimo torneo. Le altre squadre del torneo dalla Norvegia, Svizzera, Finlandia, Canada e Germania si sono pure allenate duramente.

“Siamo una squadra piuttosto giovane, ma abbiamo molti buoni giocatori giovani,” dice Adam. “Mi aspetto che siamo competitivi, ma soprattutto non vedo l’ora che i giovani sperimentino una settimana   a Brunstad e che possano fare conoscenza con le altre squadre, e se vinciamo tante partite è ancora meglio!”

“Penso che faranno del loro meglio nel torneo, ma sono comunque una squadra giovane senza molta esperienza," dice Mark. “Una cosa è certa giocheranno duramente, e passerrano dei momenti assieme!"

Galleria fotografica