Shalom Copenaghen!

Shalom Copenaghen!

Scritto da: Anita Clausen | Pubblicato: lunedì 27 ottobre 2014

Finalmente il giorno era arrivato per noi, 205 giovani da Copenaghen. Avevamo atteso il viaggio per 2 anni, ma finalmente era arrivato il giorno in cui ci potevamo rallegrare di vederci a Gerusalemme!

Nel sederci in aereo fu chiaro come 2 anni di programmazione e di risparmi stavano per essere sostituiti da esperienze reali e impressioni indimenticabili.

Sazi di impressioni abbiamo proseguito il  viaggio verso il deserto della Giudea, dove il programma prevedeva un giro sul cammello e vitto e alloggio alla vera maniera beduina!

Se dovessi fare un onesto tentativo di raccontare solo una parte di quello a cui abbiamo appena avuto il privilegio di partecipare, diverrebbe un articolo molto, molto lungo. Perciò non lo faccio.

Ora siamo tornati a casa alla vita quotidiana, e tutte le esperienze, i discorsi, le canzoni e le parole fortificanti hanno iniziato lentamente a calmarsi – ripercorro più e più volte le immagini. Mi viene un piccolo groppo in gola, perché comincio lentamente a capire che non siamo stati ad una gita dei giovani qualunque, solo per essere ancora di più uniti. No. Siamo stati in un percorso educativo in cui ogni giovane all'ultima serata della gita poteva testimoniare che ci sarebbe stata trasformazione!

La trasformazione è ciò in cui crediamo, detto in una parola sola

La trasformazione è ciò in cui crediamo, detto in una parola sola – trasformazione intesa in questo modo, che posso essere completamente liberato da tutto ciò che abita nella mia natura, libero dal servire il peccato col mio corpo, libero da tutto quello che ha a che fare con i miei pensieri e sentimenti.

Un viaggio di 10 giorni in Israele

È stata un viaggio di 10 giorni nella bella e ricca cultura di Israele. I primi giorni sono stati in parte spesi nelle antiche vie di Gerusalemme, dove abbiamo visto posti della Bibbia e sperimentato l’atmosfera del mercato in cui il prezzo è sempre trattabile. Saturi di impressioni, dopo due giorni intensi, abbiamo proseguito il viaggio verso una base militare, verso il deserto della Giudea, dove il programma prevedeva un giro sul cammello e vitto e alloggio alla vera maniera dei beduini!

A dispetto di tutte queste esperienze, non dobbiamo dimenticare il motivo principale per cui il viaggio è stato organizzato proprio in Israele, vale a dire la conferenza

Prima che il sole si levasse la mattina successiva il programma era iniziato con una passeggiata fresca fino a Masada, una fortezza dove abbiamo potuto vedere l’alba. Il giro dell’ATV nel Golan e il bagno nel Mar Morto non lo dimenticheremo mai. A dispetto di tutte queste esperienze, non dobbiamo dimenticare il motivo principale per cui il viaggio è stato organizzato proprio in Israele, vale a dire la conferenza annuale organizzata dalla Brunstad Christian Church.

Abbiamo avuto l’opportunità di raccoglierci attorno alla parola di Dio, e di incoraggiarci davvero su quello in cui crediamo. In questo modo non abbiamo soltanto reso la gita dei giovani più ricca, ma contemporaneamente siamo tornati a casa con gli strumenti utili per poter prendere le cose diversamente e in maniera più radicale nella nostra vita pratica cristiana.

Galleria fotografica