Inaugurazione del nuovo centro conferenze in Romania

Inaugurazione del nuovo centro conferenze in Romania

Scritto da: Ørjan Bolsønes, Janne Epland | Luogo: Domnesti, Romania | Pubblicato: domenica 7 settembre 2014

Un giorno storico per la chiesa in Romania. Ci sono persone entusiaste dappertutto, circa cinquecento. Si comunica in diverse lingue, perché oggi sono venuti tanti amici provenienti da numerosi paesi per stare insieme. Non è un sabato qualsiasi per i presenti. Il momento si avvicina e presto tutti hanno trovato un posto nella nuova sala. I musicisti prendono i loro strumenti. La festa d'inaugurazione del nuovo centro conferenze in Romania ha inizio.

Sono soprattutto i giovani a rallegrarsi oggi. Hanno lavorato sodo per realizzare questo grande progetto, e sono passate più serate di quelle che si possono contare con duro lavoro per costruire il loro proprio posto. I ricordi di questo bel periodo non scompariranno; creano una comunione speciale quando si lavora insieme. Il loro obiettivo adesso è quello di prenderne parte, sono infatti seduti in una sala gremita, con spazio per tutti coloro che sono venuti oggi.  Una sala, uffici e stanze per le attività adesso sono a loro disposizione in qualsiasi momento. Sono commossi dalla gratitudine.

I ricordi di questo bel periodo non scompariranno; creano una comunione speciale quando si lavora insieme.

La visione e i progetti non finiscono qui. In futuro si potrà arredare una sala che può ospitare 900 persone, ed è possibile costruire diversi alloggi per il pernottamento e un complesso sportivo. Il futuro è luminoso, si possono rallegrare per le riunioni e le conferenze insieme in futuro a Domnesti, il loro nuovo centro conferenze.  C’è un ottimo motivo per festeggiare oggi!

Da un uomo ad una chiesa fiorente

La gratitudine che riempie tutti i presenti è in primo luogo verso Dio, che ha reso possibile tutto questo e li ha benedetti con queste opportunità. Ha lavorato soprattutto con un uomo fedele in Romania più di cento anni fa. I pensieri e i discorsi vanno anche a quest’uomo oggi, quest’uomo che è stato il primo tra loro in Romania.

Nicolae Ciortan era apprendista da un falegname che era cristiano. La bontà e la mitezza di questo maestro verso Ciortan ha fatto sì che anche lui desiderasse vivere una vita cristiana, un desiderio che diventava sempre più forte. Ha visitato numerose congregazioni cristiane, ma senza trovare quello che cercava. Nel 1965 sua moglie un giorno era ad una riunione presso un evangelista tedesco della Brunstad Christian Church. “Questo è quello che cerca mio marito!" pensò, e in questo modo si misero in contatto con la chiesa.

Per un periodo si dovettero trasferire in Germania durante il difficile periodo comunista in Romania. Ciortan continuava a pregare per il suo paese, pieno di fervore e amore, e diversi evangelisti della chiesa continuarono a lavorare in Romania. Il lavoro e le preghiere hanno significato qualcosa; oggi c’è una chiesa attiva e crescente in Romania.

Un nuovo tempo

La necessità e il desiderio di disporre di un proprio  posto cresceva, e questa divenne una grande possibilità quando Brunstad concluse un accordo con gli amici.

Il desiderio di riunirsi e di fortificarsi nella fede era grande, e per 14 anni hanno affittato un posto dove poter alloggiare. Gli edifici incominciavano a decadere e dovettero cambiare un paio di volte locale per poter tenere le loro conferenze. La necessità e il desiderio di disporre di un proprio posto cresceva, e questa divenne una grande possibilità quando Brunstad concluse un accordo con gli amici. Loro si sarebbero impegnati a raccogliere la metà del denaro per un nuovo locale, mentre la BCC avrebbe procurato l’altra metà. Gli amici si sono messi subito all’opera e i risultati parlano da sé.

Comunione e unità

L’unità e la comunione sono stati un tema centrale alla festa di inaugurazione. Che è importante cercare l’unità insieme, e non avere nulla contro gli altri, ma al contrario amarsi reciprocamente di tutto cuore. Quando ognuno rinnega i propri desideri peccaminosi nella propria natura e prende giornalmente su di sé la propria croce, come dice Gesù, allora apparirà la natura divina al loro posto. Allora si prende parte alla santificazione. Ebrei 12, 14: “Impegnatevi a cercare la pace con tutti e la santificazione.”

Allora ci sarà unione e pace nella chiesa.
Dio fortificherà potentemente coloro che hanno questo desiderio. È di questo la chiesa in Romania ne è una prova vivente.

Galleria fotografica