Conversione

Conversione

Scritto da: Kari Sundmark | Luogo: Trysil, Norvegia | Pubblicato: venerdì 1 gennaio 2010

Ti senti irrequieto e ritieni che la vita sia vuota? Hai pensieri inquieti e tante domande?

Nella Bibbia sta scritto che l'uomo è come un fumo, visibile per un tempo e poi scompare. La certezza che la vita terrena sia così breve, genera in te forse un desiderio di conoscere il senso della vita. Vorresti sperimentare che Dio è un Dio vivente e desideri credere in lui. Questo desiderio, che trovi difficile esprimere a parole, può essere il primo passo sulla strada verso la conversione.

Una nuova direzione

Il passo successivo esige azione! Colui che si converte, si converte da qualcosa a qualcos'altro. Sin qui sei andato in una direzione. Forse sai che c'è qualcosa che non va nel rapporto con gli altri. Puoi aver detto o fatto qualcosa che ha distrutto la fiducia che gli altri avevano in te. Sei forse stato ingiusto o non sei stato onesto. Quando ti converti, devi andare nella direzione esattamente opposta a quello che facevi prima. Devi ricostruire la fiducia e mettere le cose apposto lì dove c'è stato disordine nella tua vita. Sembra difficile doversi voltare di 180 gradi? Non dovrai farlo da solo. C'è qualcuno che ti vuole aiutare! Gesù ci ha dato una promessa: Venite a me, voi tutti che siete affaticati e oppressi, e io vi darò riposo. È possibile modificare un po' queste parole e immaginarsi che Gesù dica: Convertiti a me, tu che desideri diventare perfettamente felice!

Colui che si converte, si converte da qualcosa a qualcos'altro.

Dio genera un desiderio di conversione

Il desiderio che hai di cambiare rotta nella tua vita, è generato da Dio. Nella Bibbia viene posta questa domanda: Non riconosci che la bontà di Dio ti spinge al ravvedimento? L'apostolo Pietro parlò una volta ai giudei. Spiegò loro che avevano peccato quando avevano crocefisso Gesù. Quando essi lo sentirono, rimasero feriti nel loro cuore. Si può provare qualcosa di simile quando si sa di aver fatto qualcosa di sbagliato e la coscienza te lo ricorda. Sei stanco di te stesso e forse sei addolorato. È la bontà di Dio che tu sia rattristato! In effetti puoi rallegrarti se sperimenti un tale dolore. Questo ti dà una spinta al ravvedimento e questa è la conferma che Dio ha iniziato ad operare in te!

Una decisione radicale

Il presupposto perché tu ti liberi dai pesanti gioghi e ottenga riposo è che tu riconosca il tuo peccato. Sì, ma cos'è il peccato, ti domanderai. Peccare è agire contro la coscienza e le buone leggi della vita che Dio ci ha dato e che troviamo nella Bibbia. Gesù sottolinea che i comandamenti che Dio diede a Mosè sono ancora validi e in aggiunta dice: Io vi do un nuovo comandamento: che vi amiate gli uni gli altri. Un tale comandamento ti tocca particolarmente quando leggi cosa dice ancora Gesù: Voi avete udito che fu detto agli antichi: "Non uccidere". Ma io vi dico: chiunque si adira contro suo fratello sarà sottoposto al tribunale; e chi avrà detto a suo fratello: "Raca" sarà sottoposto al sinedrio. Gesù pone i riflettori dirittamente sul cuore e la mente dell'uomo.

Quando ti converti, significa che vuoi che la luce della parola di Gesù e dalla sua vita risplendano sulla tua propria vita.

Quando ti converti, significa che vuoi che la luce della parola di Gesù e dalla sua vita risplendano sulla tua propria vita. Devi gettare nel mare il modo di pensare che hai avuto fino ad ora. Non c'è più niente da conservare! Quello che dici e fai deve avere un nuovo punto di partenza. Convertirsi è senza dubbio una decisione radicale, usando le parole della Bibbia è vestirsi dell'uomo nuovo, che è creato secondo l'immagine di Dio ad una vita in vera giustizia e santità. L'unità di misura dell'uomo nuovo non è ciò che serve di più a me ed al mio io, ma ciò che è un guadagno per il mio prossimo.

Qual è l'obiettivo della tua vita?

Nella Bibba Gesù ha molti nomi diversi. "Il buon pastore" è uno di questi. Il pastore provvede a dei buoni pascoli, guarda il gregge e li protegge dai pericoli. Quando ti converti e scegli di lasciare che Gesù sia il tuo pastore, sperimenterai che lui ha vera cura per te. Lui sa ciò di cui hai bisogno come nutrimento e come guida per giungere lì dove ti vuole condurre.

Per iniziare la nuova vita non basta che tu ti converta soltanto dalla vecchia vita, ma devi anche chiudere i conti con essa. Puoi approfondire l'argomento leggendo l'articolo "Il perdono dei peccati"