'Amare la vita e vedere giorni felici'

"Amare la vita e vedere giorni felici"

Scritto da: Karen-Birgitte Larsen | Pubblicato: giovedì 14 agosto 2014

Molti associano questo con l’avere tutto quello che si desidera. L'apostolo Pietro al contrario, ha una semplice ricetta su come sia sempre possibile "amare la vita e vedere giorni felici". La vita può essere piacevole e positiva. Ogni giorno.

Chi vuole amare la vita e vedere giorni felici, dice Pietro, trattenga la sua lingua dal male e le sue labbra dal dire il falso. (1 Pt. 3,10)

Io ho sperimentato abbastanza, come tantissime altre persone, giorni pesanti e tristi. Dopo una lunga giornata di lavoro la vita può apparire poco piacevole. I pensieri sono negativi ed è difficile benedire gli altri attorno a sé.

Forse io, con la mia bocca, ho creato attorno a me una brutta atmosfera?

”Fugga il male e faccia il bene; cerchi la pace e la persegua!” (1 Pietro 3,11)

Pietro ha una spiegazione semplice. Proprio per tutte le persone che non si sentono di vedere giorni felici - che non stanno bene – possono capovolgere completamente la loro vita. Semplicemente trattenendo la loro lingua dal male e perseguendo la pace. Quindi questo vale pure per me?

Come utilizzo la mia bocca?

Da persona chiacchierona mi accorgo che durante il giorno fuoriescono dalla mia bocca tante parole. Se guardo indietro al mio giorno lavorativo, riconosco forse che non sono riuscito a trattenere la mia lingua dal male. Forse quello che ho detto non è completamente vero, o forse le mie parole sono state dette negativamente su altre persone. Forse io, con la mia bocca, ho creato attorno a me una brutta atmosfera?

Se guardo indietro al mio giorno lavorativo, riconosco forse che non sono riuscito a trattenere la mia lingua dal male

Pensa di riuscire a fare il bene invece! Pieni di pace e di gioia, sicché la vita diventi piacevole e gloriosa! Che quasi è una delusione concludere la giornata e coricarsi la sera, poiché ci sono tante cose buone che si sarebbero volute fare! Pensa di potersi rallegrare di svegliarsi ed alzarsi la mattina, per un nuovo giorno felice. Con la benedizione di Dio su di sé. Questo lo si può ottenere, dice Pietro, molto semplicemente trattenendo la propria lingua dal male e le proprie labbra dal dire il falso.

La fine per le parole cattive

Le parole false non devono solo essere frenate e diventare più dolci, sicché non dico tante cose cattive. Devo molto semplicemente cessare con tutto ciò che ha a che fare col male. Quindi cessare con l’utilizzare la mia bocca per dire parole cattive. In cambio Dio mi ha promesso giorni buoni e felici di continuo.

Questo è qualcos’altro che star male e qualcos’altro che essere abbattuti, adirati, amareggiati, di lamentarsi e accusare. 1 Pt. 3, 10 è anche una ricetta semplicissima per essere completamente felici. E lo vogliamo essere tutti vero? Io in ogni caso sì!