Ansioso per nulla, in ansia per tutto

Ansioso per nulla, in ansia per tutto

Scritto da: Brian Janz con Jonatan Lauridsen | Pubblicato: martedì 10 febbraio 2015

Jonatan ha avuto una vita bella senza molte preoccupazioni. Ma allo stesso tempo ha lottato con i pensieri di ansia, a sua memoria, per quasi tutto il tempo.

“Mi trovo in sintonia con gli altri? Sono normale? Quando le persone mi guardano pensano che io sia normale?

“Ero tormentato per molto tempo dall’ansia e questi pensieri mi tenevano completamente prigioniero. Pensieri di ogni genere.

“So che tutti diventano ansiosi, ma io in modo incredibilmente frequente nella mia vita. Fin da quando ero giovane ho cominciato a pensare al futuro, a cosa sarebbe successo, sarei diventato brutto da vecchio? E ti preoccupi sempre di quello che le altre persone pensano di te e di quello che dicono alle tue spalle. Se sei strano o anormale o qualsiasi altra cosa.

Si ricomincia e non si finisce mai. È come un grande circolo.

“E se sono impegnato a preoccuparmi di una cosa, cerco di consolarmi dicendo che una volta che quella cosa è avvenuta mi posso rilassare. Non c’è bisogno che sia in ansia. Ma quando quella cosa è fatta, c'è qualcos’altro che viene fuori. Si ricomincia e non si finisce mai. È come un grande circolo.”

È possibile essere liberi

“Questi pensieri non erano affatto logici. Sono addirittura un poco stupidi, ma questo era semplicemente il modo mio di pensare e avrei pensato a cose come queste ogni giorno. Questi pensieri vengono quasi ogni giorno. Sono stato tormentato da questi per tanto tempo.

“Fin da quando ero giovane, sapevo che la parola di Dio dice che non dobbiamo essere ansiosi, ma era difficile capire come.

“C’è stato un lungo periodo di tempo in cui non facevo nulla a riguardo. Avevo sentito che siamo chiamati a intraprendere una battaglia contro il nostro peccato, ma non ho combattuto contro nulla nella mia vita in quel momento. Andavo solo in giro ogni giorno preoccupandomi di tutto. E sapevo che era un peso enorme, ma non facevo nulla a riguardo.

Mi sono come svegliato e ho pensato, “Questo può accadere davvero. Questo è reale.”

“Ma poi un giorno mi ricordo che c’era una ragazza nella nostra chiesa che disse in tutta onestà che aveva iniziato una lotta contro i pensieri ansiosi. E allora mi sono come svegliato e ho pensato, “Questo può accadere davvero. Questo è reale.” Da quel giorno ho combattuto. Quel giorno ho capito che era possibile essere liberi.”

Tutte le cose cooperano al bene

“Mi aiuta pensare al versetto in Romani 8:28, 'Or sappiamo che tutte le cose cooperano al bene di quelli che amano Dio, i quali sono chiamati secondo il suo disegno.’ Quindi, indipendentemente da quello che accade so che è la volontà di Dio e che lui fa in modo che tutto le cose cooperano al bene per me.

“Bisogna solo arrivare ad una fede semplice. Se inizi a dubitare su quel versetto in una brutta situazione e pensi, ‘Questo è terribile, fa schifo, non c’è alcun modo in cui ciò potrebbe cooperare al bene per me,’ allora devi scacciare questi pensieri ed avere solo una fede semplice che è davvero la cosa migliore. Io scelgo di credere a questo, anche se in quel momento non mi è chiaro, ogni situazione coopera al mio bene.

“E spesso questo significa che mi rendo conto in queste situazioni che ho il peccato nella mia carne. Quindi forse sto passando una giornata davvero difficile, ma mi aiuta a capire che sono davvero impaziente o che giudico le persone o qualunque cosa sia. Forse ero orgoglioso. E quando vedo quel peccato allora posso ricevere vittoria su di esso e ricevere più salvezza. Ecco come Dio fa cooperare la situazione al mio bene."

Portare l’ansietà nella morte

So che più combatto contro questi pensieri meno ne sarò afflitto.

“Quando i pensieri d’ansia si presentano allora semplicemente li rifiuto. Dico ‘no’ a questi pensieri e ricordo che Dio fa cooperare ogni cosa al mio bene. Quando non lascio vivere questi pensieri allora li metto a morte.

“Quando metto a morte i miei pensieri allora una piccola parte della mia carne peccaminosa in realtà muore. Quindi so che più combatto contro questi pensieri meno ne sarò afflitto. La mia speranza è che in futuro avrò completa vittoria, così non sarò neanche più tentato dall’ansia.

“E c’è già una grande differenza nella mia vita. Prima andavo in giro come uno schiavo pieno di preoccupazioni e ansia. È stato difficile per me essere felice, ma adesso ho gioia nel mio cuore. Una gioia incredibile e pura.

“E non è come la fugace gioia di prima. Quella era una gioia passeggera, basata sui sentimenti. Se era capitato di non avere sentimenti troppo ansiosi quel giorno. Ma questa è una gioia con contenuto, perché ho combattuto per questo e sto lottando per questo.

“Questo mi porta una gioia del tutto pura e duratura. È quella vera gioia che mi mancava prima. Ma adesso ce l'ho. Sempre di più.”