Come posso seguire Gesù se lui era divino?

Come posso seguire Gesù se lui era divino?

Pubblicato: mercoledì 15 febbraio 2017

A 25 anni, Sam era frustrato per la cristianità.

Col piede pesante sull'acceleratore e curvando bruscamente, Sam sfreccia sulla ghiaia facendo volare le pietre ovunque. Questa era la sua reazione dopo aver trascorso un'altra futile Domenica mattina in chiesa.

"Non riuscivo a trovare aiuto nella predicazione ed era frustrante. Diventavo così esasperato che dopo la funzione scaricavo la mia frustrazione in macchina, domenica dopo domenica, spaventando mia moglie."

Sam capì che non avrebbe dovuto reagire in quel modo, ma non aveva idea come controllare il suo temperamento. "Mi domandavo sempre se fosse accettabile per un discepolo del Signore continuare con le stesse reazioni, gli stessi peccati, ogni singolo giorno."

"Non c'era modo di smettere di peccare"

Anno dopo anno, la frustrazione continuava perché Sam sapeva che non c'era cambiamento nella sua vita.

"Non riuscivo a trovare aiuto per cambiare dalla persona che ero, in ansia per il futuro, duro verso i miei cari, per esempio restando in silenzio senza parlare. La sola cosa che sentivo era che potevo continuare a pregare e chiedere perdono. Ma non c'era modo di smettere di peccare."

Sam andò in giro chiedendo a pastori, docenti della Bibbia e teologi, era disperato per trovare la verità. E chiedeva loro, "Questo è quello che leggiamo nella Bibbia, ma questo è come viviamo e parliamo. Per favore dimmi perché le due cose non combaciano?" Alcuni di loro risposero dicendo, "Sì, anche io avevo mi facevo delle domande a riguardo quando ero più giovane, ma se aspetti, un giorno quelle domande scompariranno, non ti preoccupare."

"Se Gesù fosse stato ancora Dio in terra, come lo potrei seguire? Sapevo che certamente non ero Dio."

Nessuno aveva delle risposte e questo tormentava Sam. "Sentivo che ci doveva essere qualcosa di più! Gesù disse, "Seguimi," e io volevo tremendamente "camminare come lui ha camminato" (1 Giovanni 2:4-6), ma come?"

"In 2 Corinzi 3:18 leggiamo di essere trasformati secondo la sua immagine, ma io non avevo alcuna speranza di diventare come lui. Io andavo ad ascoltare predicatori e loro parlavano di Gesù in queste belle parole pompose, ma lui era lontano. Se Gesù fosse stato ancora Dio in terra, come lo potrei seguire? Sapevo che certamente non ero Dio."

Il pensiero toccò Sam che Gesù era un uomo in terra, esattamente come te e me, ma quel pensiero lo terrorizzò, perché l'insegnamento con cui era cresciuto era così forte.

Incapace di trovare risposte e riempito di religione, Sam infine si trasferì con la sua famiglia nella "terra di nessuno" nel Nord del Canada, lontano da tutte le denominazioni e assemblee religiose.  Lui sperava contro speranza di trovare pace nel suo cuore adorando Dio nella natura.

Gesù, un uomo che posso seguire personalmente

Esattamente in quel periodo, Sam incontrò un uomo che aveva ascoltato un messaggio da alcune persone della Brunstad Christian Church. "Mi raccontò di un vangelo dell'ubbidienza della fede e poco tempo dopo mi invitò a una conferenza a Hungry Horse, Montana. Un uomo di nome Sigurd Bratlie sarebbe stato lì e lui mi esortò a venire per ascoltare questa persona."

Questo si rivelò essere un enorme punto di svolta nella vita di Sam. "Quando sentii Bratlie parlare di una vita di vittoria su tutto il peccato consapevole, tutto nel mio cuore si rallegrò!" Per la prima volta, Sam sentì che Gesù venne come precursore per l'umanità; qualcuno che poteva seguire personalmente.

Gesù non commise mai peccato! E adesso ha aperto la via per noi, rendendo possibile per noi fare la stessa cosa!

Come e perché è per noi possibile seguire Gesù? Sam lo spiega con convinzione. Lui è afferrato da questa rivelazione che ha portato una svolta e uno sviluppo nella sua vita.

"É stato perché Gesù è venuto in terra come uomo e ha preso su di sé la stessa carne e sangue che abbiamo noi. (Filippesi 2:5-7) Con l'aiuto dello Spirito Santo, che è anche disponibile per noi, Gesù era d'accordo con Dio nel condannare il peccato nella carne ogni singola volta gli veniva rivelato dallo Spirito della verità. (Romani 8:3) Gesù non commise mai peccato! E adesso ha aperto la via per noi, rendendo possibile per noi fare la stessa cosa! Lui è il nostro precursore, un esempio, non semplicemente qualcuno che è morto per noi!"

“Poiché dunque Cristo ha sofferto nella carne, anche voi armatevi dello stesso pensiero, che, cioè, colui che ha sofferto nella carne rinuncia al peccato.” 1 Pietro 4:1.

"In questo verso dice chiaramente che anche noi possiamo porre fine al peccato! Io potevo armarmi con la stessa mente che aveva Gesù, soffrire nella carne, rinnegare i miei desideri peccaminosi e metterli a morte, e rinunciare al peccato."

"Una tale vita di vittoria sul peccato è impossibile per coloro che credono che Gesù sia venuto in terra come Dio. Se Gesù avesse conservato parte della sua forza celeste, forza che non era a noi accessibile, allora sarebbe stato un ingannatore nel dire "Vieni e seguimi." Avrebbe saputo che era impossibile. Tuttavia, è scritto che svuotò se stesso e prese forma di servo, divenendo simile agli uomini." (Filippesi 2:7)

E adesso abbiamo accesso alla stessa forza che aveva Gesù

"Gesù è stato tentato in ogni cosa come noi, e non commise mai peccato. (Ebrei 4:15) Il peccato era messo a morte prima che si manifestasse nel suo corpo umano. Gesù fu tentato a disobbedire la volontà del Padre, ma non vi cedette mai. Questo è il motivo per cui pregò con forte grida e con lacrime (Ebrei 5:7), in modo che Dio lo aiutasse a fare la volontà del Padre (Ebrei 10:5-7) (Luca 22:42). Che Gesù come uomo confidasse in quella forza indica che aveva rinunciato alla sua divinità."

Quella è la chiave verso l'aiuto, ricevendo lo stesso spirito in cui visse Gesù, possiamo identificare il peccato che c'è nel nostro corpo e metterlo a morte; questo è il modo in cui possiamo diventare come Lui!"

"Quando era qui in terra, Gesù dovette confidare nella potenza dello Spirito Santo, e quella stessa potenza è disponibile per me per seguirlo. Quando siamo nati di nuovo, riceviamo quello stesso spirito e per questo possiamo seguire Gesù! Quella è la chiave verso l'aiuto, ricevendo lo stesso spirito in cui visse Gesù, possiamo identificare il peccato che c'è nel nostro corpo e metterlo a morte; questo è il modo in cui possiamo diventare come Lui!"

"La Bibbia allora divenne un libro completamente nuovo per me, specialmente il nuovo testamento. Scritture che prima sfioravo a malapena e ignoravo, divennero viventi. Iniziai a leggere la Bibbia non come un libro di teorie e dottrine religiose, ma come un libro che mi poteva aiutare a vivere una vita produttiva, felice e buona e mi potesse aiutare a diventare una benedizione per le persone. Potevo imparare l'ubbidienza e percorrere la via sulla quale lui camminò in terra. Passo dopo passo, il peccato poté essere sradicato. Notai che non appena non cedevo nella tentazione diventavo felice! E ciò che seguiva immediatamente dopo era pace e riposo interiore, anche se le mie situazioni esteriori non cambiavano affatto."

"Tutto questo allo scopo di conoscere Cristo, la potenza della sua risurrezione, la comunione delle sue sofferenze, divenendo conforme a lui nella sua morte... " Filippesi 3:10.

"La via verso la vita di Gesù si aprì a me quando lui si rivelò personalmente a me, come scrive Paolo qui. La stessa forza che giunse nella vita di Gesù, la potenza dello Spirito Santo, è disponibile per me per seguirlo veramente. Prima di ascoltare questa comprensione di "Cristo manifestato in carne", non avevo idea che fosse possibile per me porre fine a tutto il peccato consapevole, per essere poco a poco liberato dalla mia natura peccaminosa in modo da poter diventare perfetto esattamente come Gesù era perfetto. Questo è molto più simile a un trionfo di quanto lo sia il perdono dei peccati! (2 Corinzi 2:14) Non avevo questa speranza prima, ma ora ho personalmente sperimentato che è possibile. Questo è effettivamente il vangelo liberatorio!"