Quello che ho imparato quando ho lasciato che Dio pianificasse la mia famiglia

Quello che ho imparato quando ho lasciato che Dio pianificasse la mia famiglia

Scritto da: Heather Crawford con Marie Kennedy | Luogo: Connecticut, USA | Pubblicato: domenica 24 gennaio 2016

Marie è madre di nove figli e nonna di ventidue nipoti.  Ha avuto una vita lunga e felice, ma ha anche affrontato molte prove di fede negli anni. Attraverso questi periodi di prove, ha imparato ad avere fiducia in Dio e nella Sua Parola.

Qui di seguito la sua storia:

Confidando nel Signore

Quando mio marito ed io avevamo tre figli stavamo cercando di trovare il modo per far quadrare i conti. Eravamo ambedue cristiani, e avevamo un desiderio di vivere in fede, così per quanto potesse sembrare irrazionale, decidemmo che avremmo confidato in Dio per quanto riguardo il numero dei figli che avremmo avuto.

Sapevamo che era una decisione fatta in fede e che la nostra fede sarebbe stata messa alla prova. Ma c’era pace nei nostri cuori per la nostra decisione.

Mai oltre le nostre forze

Crescere nella fede per la tua famiglia e per la tua vita giornaliera è un processo. Dio però ha promesso che non ci darà oltre le nostre forze, e Lui ci fortificherà così da poter sopportare quello che ci manda. Andammo avanti avendo altri sei figli, in fede nella guida di Dio. C’erano volte quando veramente non era facile, ma la parola di Dio fu d'enorme aiuto per me.

...nel mezzo di tutto questo sentivo che Dio stava facendo un'opera in me – mi stava trasformando attraverso le mie situazioni e mi stava aiutando a crescere in pazienza e amore.

Non ricordo di essermi mai pentita della mia decisione di lasciare che Dio pianificasse la numerosità della mia famiglia. Naturalmente c’erano giorni in cui le cose erano ardue – c’erano volte quando per esempio, non avevamo molti soldi.  Ad un certo punto mio marito aveva un lavoro dove doveva lavorare dalle 3:00 del pomeriggio fino a mezzanotte.  I bambini non lo vedevano molto durante i giorni scolastici, il che era un po’ duro.  In quel periodo, vidi il mio compito di madre ancora più importante.

C’erano cose che dovevamo sacrificare, ma in mezzo a questo sentivo che Dio stava compiendo un'opera in me - mi stava trasformando tramite le mie situazioni e mi stava aiutando a crescere in pazienza e amore. Ciononostante, quelli che ricordo sono  i periodi veramente buoni – fare il pane in casa con le mie figlie, giorni felici nella nostra fattoria, il pattinare sul ghiaccio in inverno, il salutare i miei figli quando ritornavano a casa da scuola con latte e biscotti fatti in casa.

Prove di fede

Questo non vuol dire che non vennero prove più grandi. Una volta persi mio figlio alla ventiquattresima settimana di gravidanza. Un versetto che mi venne in mente fu "Il Signore ha dato, il Signore ha tolto; sia benedetto il nome del Signore” Giobbe 1:21.

Durante questa tristissima situazione, riuscii a provare una pace straordinaria. Credei che potevo affidare la mia vita, la mia famiglia e le mie situazioni completamente nelle Sue mani. Sapere che Dio aveva veramente il controllo mi diede forza e un enorme desiderio di servirlo e di continuare sulla via che avevo scelto, indipendentemente dalle situazioni che sarebbero venute.

L’amore e la bontà di Dio hanno prevalso!  

Quando avevo 54 anni, contrassi un virus che danneggiò il mio cuore. Fui alquanto sorpresa, e fui costretta a letto per un periodo! Avevo lavorato come supplente per alcuni anni, e dovetti fermarmi temporaneamente. Vennero molti pensieri sulle finanze e fu davvero una lotta continuare in fede. Mi resi conto che la mia convalescenza sarebbe durata più di quanto avessi pensato. Tutti i miei figli erano a scuola, ma bisognava ancora cucinare e pulire, così con i miei tempi feci quello che potevo, riposando quando necessario.

Un giorno lessi di Giuseppe e delle svariate situazioni in cui si trovò. Leggendo nell’ultimo capitolo della Genesi, Dio parlò molto chiaramente al mio cuore. “Ora dunque non temete. Io provvederò al sostentamento per voi e i vostri figli”. Genesi 50:21. Fui riempita di un enorme conforto! L’amore e la bontà di Dio hanno prevalso!

Confida nel Signore con tutto il cuore

Alcune persone hanno molti figli. Alcune persone non riescono ad avere figli, il che può essere altrettanto difficile per loro. E alcune persone sono single o vedove. Non si tratta di quanto sia grande la tua famiglia; non si tratta di nessuna di queste cose. Si tratta di quanto ti fidi di Dio in tutte le aree della tua vita. Si tratta di quanta fede hai a farti guidare da Lui nel suo modo perfetto, ed entrare nella pace nel mezzo della tua situazione.

Non si tratta di quanto sia grande la tua famiglia... si tratta di quanto tu ti fidi di Dio in tutte le aree della tua vita.

Questo è un lavoro giornaliero cosciente, attivo, dove scelgo di vivere in fede e dove entro nel riposo, così che posso sentire la voce di Dio.

Ho visto come semplici scelte prese negli anni passati mi hanno aiutato ad essere un buon esempio per coloro che mi sono intorno, sebbene non me ne rendessi conto a quel tempo. Adesso abbiamo nove figli preziosi, e ventidue nipoti straordinari, per i quali sono estremamente grata. Durante gli anni, ho visto molte volte come Dio sia stato lì per me e la mia famiglia.  Mi fa ricordare al versetto, “Confida nel Signore con tutto il cuore e non ti appoggiare sul tuo discernimento.  Riconoscilo in tutte le tue vie ed egli appianerà i tuoi sentieri.” Proverbi 3:5-6. È assolutamente vero – Lui ci dà tutto ciò di cui abbiamo bisogno!