«Si purifica com'egli è puro»

Pubblicato: 12. novembre 2011

Chiunque ha una speranza di vedere Dio com'egli è, si purifica, così com'Egli è puro.

In Romani 3, 10–18 si può leggere quello che Kåre J. Smith descrive come una radiografia di una persona, dove Paolo spiega che non c'è nessun giusto. Tutto questo è entrato nella carne dell'uomo con il peccato originale.

Allo stesso modo Giovanni nella sua prima leggera esclama «Vedete quale amore ci ha manifestato il Padre, dandoci di essere chiamati figli di Dio! E tali siamo», e in seguito che «saremo simili a lui, perché lo vedremo com'egli è». Nel versetto successivo riporta la condizione affinchè questo avvenga: «E chiunque ha questa speranza in lui, si purifica com'egli è puro.»

In 1. Pietro 1, 22 la parola di Dio dice qualcosa su come ci si purifica: «Avendo purificato le anime vostre con l'ubbidienza alla verità ...». Quindi è mediante l'ubbidienza alla verità su se stessi, che la parola di Dio ci mostra, che ci si purifica per diventare simili a lui.