Credi nella Parola di Dio! Fidati di essa!

Credi nella Parola di Dio! Fidati di essa!

Scritto da: Martha Evangelisti | Pubblicato: sabato 8 agosto 2015

Come posso essere sicuro che veramente avrò la vita eterna? Per trovare la risposta a questa domanda, faccio visita ad Helen, una nonna coraggiosa che non ha perso il suo entusiasmo per la vita né la sua mente arguta.

Sebbene Helen sia cresciuta in una famiglia cristiana e ha frequentato varie chiese da adulta, non viveva una vita personale con Dio. Più tardi nella sua vita, Dio e la possibilità di giungere alla vita eterna divennero realtà per lei grazie a degli articoli e a dei messaggi chiaramente basati sulla Parola di Dio che la rafforzarono nella fede. Quando le venivano dei pensieri di dubbio, questo versetto divenne un’ancora per lei: "Santificali nella verità. La tua parola è verità." Giovanni 17:17

Una chiamata alla vita eterna

Helen è fiduciosa che la Parola di Dio sia vera e che lei sia chiamata a ottenere la vita eterna.  Non è raro che pensieri di dubbio vengano su, dice, ma rimuginare su questi pensieri e usare la ragione per capire il significato della vita eterna è inutile. “Sii semplice come un bambino. Credi nella Parola di Dio, fidati di essa, è solida! Dio ha sempre provveduto quando si è rivolta a Lui per ricevere aiuto.

“Sii semplice come un bambino. Credi nella Parola di Dio, fidati di essa, è solida!”

Requisiti per la vita eterna

Chiedo a Helen se ci sono dei requisiti per ricevere la vita eterna. Lei sfoglia tra le pagine della sua Bibbia usurata spiegando che la sola cosa che ci trattiene da Dio, dal Suo amore e dalle Sue promesse per una vita eterna è lasciarsi andare nel peccato; grande o piccolo che sia. “È una faccenda seria!” afferma.

“Ma le vostre iniquità vi hanno separato dal vostro Dio; e i vostri peccati gli hanno fatto nascondere la faccia da voi, per non darvi più ascolto.” Isaia 59:2.

“Lui mi ha dato la vita! Che altro c’è? Tutto il resto non ha alcun valore!”

Non si riferisce alle scelte di cui ci pentiamo e per le quali abbiamo già chiesto perdono a Dio; parla delle cose che facciamo e delle cose di cui godiamo sebbene sappiamo che siano sbagliate senza pentirci. È richiesto un sacrificio per resistere al peccato, ma per Helen la benedizione che viene dal resistere al peccato, ha molto più peso del sacrificio. “Lui mi ha dato la vita! Che altro c’è? Tutto il resto non ha alcun valore!”

“Tutti possono giungere a Dio e ricevere perdono, ma c’è molto di più,” dice, riferendosi allo sperimentare la grazia di diventare liberi dall’egoismo e l’orgoglio – una vita vicina a Dio dove i valori eterni come pace e gioia sono evidenti nella sua vita e sono in aumento.

Uno sguardo al futuro

Mentre Helen parla, è evidente che ha un desiderio di vivere in modo gradito a Dio ogni giorno. E’ entusiasta di poter usare il resto del suo tempo in terra per ricevere tesori eterni rinunciando al peccato nella sua natura umana. Quando le menziono l’eternità, esclama, “C’è così tanto per cui rallegrarsi!” Mentre descrive un luogo di pace, gioia e perfetta armonia, Helen si anima. “Riesci a pensare a qualcosa di più piacevole? Sarà favoloso!”

E questa è la promessa che Lui ci ha promesso: la vita eterna

Indica un versetto in Giovanni 17:3: “Questa è la vita eterna: che conoscano te, il solo vero Dio, e colui che tu hai mandato, Gesù Cristo." Quando conosciamo Dio e Gesù adesso nelle nostre situazioni giornaliere, allora andare in cielo è veramente come andare a casa; essere uniti con Dio, Gesù, e tutto quello che è buono e perfetto.

“E questa è la promessa che egli ci ha fatta: la vita eterna.” 1 Giovanni 2:25.