Da dove vengono le contese?

Da dove vengono le contese?

Scritto da: I.M. Larsen | Pubblicato: venerdì 22 novembre 2013

Sud-America 1988:

Hansi ha 14 anni. La sua famiglia fa parte di un'assemblea di credenti molto conservativa in Sud-America. Ultimamente l'assemblea è diminuita in numero dagli iniziali 80 membri a 30, dopo che divisioni e discordanze li hanno divisi. Nemmeno leggi e regole potevano aiutare a tenerli assieme.

Il giovane ragazzo di Paso Flores in Argentina osserva la piccola adunanza intorno a lui. Si rende conto che abbassa fortemente l’età media nella sua chiesa. Cerca di concentrarsi su ciò che il pastore anziano dice, ma si arrende. "Che ci faccio qui?", pensa. Ma lui conosce in parte la risposta: lui ha sentito un inspiegabile desiderio durante l'ultimo anno, ma non riesce a capire esattamente di cosa si tratti.

Lui ha sentito un inspiegabile desiderio durante l'ultimo anno, ma non riesce a capire esattamente di cosa si tratti.

Hansi guarda sua madre. Sembra triste. Lei e papà hanno parlato e pregato molto a Dio ultimamente, "abbiamo bisogno di un risveglio," ha sentito dire a sua madre questa mattina.

Sono stato equipaggiato per servire Gesù

Germania 1988:

Non capita tutti i giorni che il capo chiede a Stefan di andare nel suo ufficio. Il capo parla e spiega e gesticola animatamente, ma la questione è chiara: Non abbiamo più lavoro per te. Il capo guarda preoccupato a Stefan, ma il viso di Stefan splende di gioia. Stefan prende la giacca, stringe calorosamente la mano del capo prima di trovare in fretta la via d'uscita dall'edificio.

Due giorni prima, Stefan aveva pregato intensamente a Dio insieme ad un caro amico. Avevano pregato molto assieme ultimamente, ma questa volta era venuto qualcosa di speciale sui due ragazzi sulla strada verso casa. 

"Non lo capii appieno in quel momento, ma successivamente ho visto che quella notte fui battezzato con lo Spirito Santo per il servizio; fui equipaggiato per fare un'opera per Gesù", racconta Stefan Hofmeister ora.

"Vedevo davanti a me persone che non avevano ancora sentito parlare di questo messaggio liberatore. Mi sentivo così: non dev’essere per causa mia che questi non possano ascoltare il vangelo. Sentivo appunto la responsabilità di essere coinvolto e di aiutare altre persone per giungere alla vita che avevo sperimentato io stesso e che mi aveva reso così felice. Pregai a Dio con fervore per ricevere un segno su cosa dovessi fare."

Sentivo appunto la responsabilità di essere coinvolto e di aiutare altre persone per giungere alla vita che avevo sperimentato io stesso e che mi aveva reso così felice.

Adesso Stefan era libero di eseguire la chiamata che sentiva: adempiere l'ordine di missione:

Andate dunque e ammaestrate tutte le nazioni, battezzandole nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo, insegnando loro ad osservare tutto ciò che vi ho comandato. Ed ecco, io sono con voi tutti i giorni, fino alla fine! (Mt 28, 19-20)

Stefan ndò direttamente da un caro amico, Friedrich Holzwarth, che è un grande esempio per lui. Holzwarth aveva già fatto missione per molti anni - e Stefan nota come sia lo stesso amore per Cristo, che adesso sente pure lui, ad essere anche la forza trainante nel servizio di Holzwarth.

Risposta alle preghiere

Paso Flores 1988:

Un predicatore tedesco farà visita alla riunione di questa domenica. Mamma e papà discutono animatamente tra di loro. Sentono, di aver ricevuto risposta alle loro preghiere.
Ma l'uomo entra silenziosamente e si siede tra gli altri ascoltatori. Dopo un po’ lei vede, con sua grande sorpresa, che delle lacrime scorrono lungo le sue guance.

Il predicatore tedesco non è altro che l'amico di Stefan Hoffmeister, Friedrich Holzwarth. "Inginocchiamoci e preghiamo a Gesù", dice. Per la prima volta dopo molti anni, l'assemblea prega assieme" "Voi avete un problema" dice, "e questo è che non siete in grado di perdonarvi a vicenda"" Questo è esattamente il problema. Hanno sempre puntato il dito reciprocamente quando sono venute fuori delle difficoltà nell'assemblea.

Avevano un desiderio per la vita di Gesù, ma si sono completamente bloccati nelle controversie e divisioni.

L’assemblea è dolorosamente consapevole della propria condizione. Molti di loro hanno pregato per il risveglio. Avevano un desiderio per la vita di Gesù, ma si sono completamente bloccati nelle controversie e divisioni. Vedere la reazione di Holzwarth fece grande impressione su di loro. Non hanno mai visto qualcuno che abbia pianto per loro.

«Da dove vengono le contese?»

L’ospite dalla Germania si presenta con un messaggio che colpisce immediatamente i cuori:

Legge da Giacomo 4, 1"Da dove vengono le guerre e le contese tra di voi? Non derivano forse dalle passioni che si agitano nelle vostre membra?" prima di continuare in Romani 7, 18:

"Infatti, io so che in me, cioè nella mia carne, non abita alcun bene; poiché in me si trova il volere, ma il modo di compiere il bene, no."

Il messaggio è chiaro. Non è l'altro ad essere il problema, ma il peccato che abita innato nella nostra natura umana! Fortunatamente, c'è un salvatore, Gesù, che era un uomo come noi, con le stesse tentazioni al peccato. Egli ci può liberare!

Paso Flores 1990:

Per la prima volta nella storia c’è una conferenza a Paso Flores. Sono presenti diversi fratelli dalla Brunstad Christian Church. Il giovane che Holzwarth ha portato con sé dalla Germania, parla risplendendo e con un entusiasmo che influenzano fortemente Hansi.

Questa non è un'arida teoria, ma un uomo che parla direttamente dalla propria vita, ed è così evidente che egli vorrebbe tanto che tutti nella riunione capiscano di cosa stia parlando.

Fortunatamente, c'è un salvatore, Gesù, che era un uomo come noi, con le stesse tentazioni al peccato. Lui ci può liberare!

Hansi racconta come Stefan non solo professasse loro la parola di Dio, ma che trascorreva anche del tempo con loro per conoscerli. "Stefan Hofmeister trasmetteva uno splendore divino", ricorda bene Hansi. "Ed era proprio questa la vita a cui aspiravo, e che ora vedevo vivente davanti a me."

Un periodo importante

Quando Hansi aveva 19 anni, entrò in una fase critica della sua vita cristiana. Pur sapendo come avrebbe dovuto vivere, non sentiva né la forza né la fede per riuscire ad avere vittoria sulle concupiscenze. Sapeva che aveva bisogno di aiuto e comunione per avere qualche progresso.

Un giorno, Hansi e Stefan sono a caccia e Stefan propone a Hansi di unirsi a lui nei viaggi come interprete spagnolo. Hansi riconosce subito una conferma nel suo cuore: questo è quello che farà.

Ora seguono numerosi anni importanti per Hansi nei quali può stare con Stefan nei viaggi in Sud America, per visitare i contatti che Holzwarth aveva creato in precedenza.

"Fece grande impressione su di me vedere come Stefan conversasse e si rapportasse a persone differenti, e contemporaneamente vedere da vicino la vita che viveva," dice Hansi. "Non avevo mai sperimentato personalmente un uomo che era così poco impegnato con se stesso, e che avesse un tale grande amore e cura per gli altri."

In quel tempo pregammo anche spesso insieme a Dio, e non passò molto tempo prima che ricevessi la forza e la fede che avevo tanto desiderato. Lo Spirito Santo mi diede tutta la forza e la fede di cui avevo bisogno per ottenere la vittoria.

Pochi tra migliaia

Svizzera 2012:

Stefan racconta del lavoro in Sud America con grande entusiasmo. Racconta di come Dio li avesse portati direttamente da queste persone, come ad esempio Hansi e la sua famiglia.

"Sì, dipendiamo completamente dall’opera dello Spirito Santo per trovare queste persone", dice Stefan. "E qui comincia il piccolo inizio delle nuove chiese. Tra le migliaia di persone si isolano solo pochi che sono interessati nel messaggio della vittoria sul peccato, e poi passano cinque anni, dieci anni prima che si aggiunga qualcun altro. E, infine, si ha una piccola chiesa con una forza per germogliare, in cui la parola di Dio ha avuto la possibilità di entrare e di operare."

Hansi Maier racconta come Stefan, insieme ad altri, ha lavorato per molti anni per edificare il corpo di Cristo in Paso Flores. (1 Cor. 12, 12-30)

"In questo lavoro è incredibilmente importante essere seguiti", sottolinea Hansi. "Tanti predicatori vanno in giro per il mondo per "piantare" le chiese. Essi predicano forse davanti a sale piene, e ottengono che centinaia di persone si convertano e accettino Gesù, ma poi proseguono subito il loro viaggio."

Non è facile trovare la via da soli. È bene avere qualcuno attorno a te che ti possa aiutare, dare conforto e le parole al momento giusto.

"Questo modo di lavorare è come mettere un bambino all'aria e al vento senza cibo. Non sopravviverà a lungo." Hansi pensa a come loro stessi erano dei neonati spirituali, totalmente dipendenti dalle cure, dall'amore, dalla guida e dal cibo spirituale.

"Non è facile trovare la via da soli", dice Stefan. "È bene avere qualcuno attorno a te che ti possa aiutare, dare conforto e le parole al momento giusto. È importante soprattutto all'inizio di una vita da cristiano."

Niente di meno che un miracolo

Paso Flores, Maggio 2012:

È la festa di inaugurazione del nuovo centro conferenze a Paso Flores. Stefan e Hansi si danno una cordiale stretta di mano ed uno sguardo confidenziale. È difficile trattenere le lacrime. Chi di loro lo avrebbe immaginato 24 anni fa?

Hansi pensa a come negli ultimi anni gli amici in Sud America si siano uniti in maniera ancora più forte. Sorride  quando ripensa ai primi tempi; all'incidente culturale che scaturì dall'incontro tra i cileni spirituali e il gruppo fortemente conservatore di Paso Flores. È con gratitudine che pensa a come Dio abbia dato ad ognuno di loro singolarmente l’aiuto per vedere il proprio peccato nelle differenti situazioni, invece di darsi la colpa a vicenda. In questo modo si sono ravvicinati sempre più, stando meravigliosamente bene insieme. E ora possono quindi festeggiare il completamento del centro conferenze.

Hansi offre al suo Padre celeste una sentita preghiera di ringraziamento. Quello che ha fatto in loro e per tutti loro, è niente meno che un miracolo.