Fede vivente

Fede vivente

Scritto da: Kåre J.Smith | Luogo: Oslo/Follo, Norvegia | Pubblicato: venerdì 15 febbraio 2013

Molte persone non si liberano completamente del loro passato, ma per mezzo di una fede vivente in Dio è possibile non lasciarsi tormentare da ciò che è stato.

Non ricordate più le cose passate, non considerate più le cose antiche: Ecco, io sto per fare una cosa nuova; essa sta per germogliare; non la riconoscerete? Sì, io aprirò una strada nel deserto, farò scorrere dei fiumi nella steppa. (Is. 43:18-19)

Per mezzo di una fede vivente in Dio è possibile non lasciarsi tormentare da ciò che è stato

È meraviglioso guardare avanti. Quando abbiamo messo in ordine le nostre cose con Dio e se necessario con gli uomini, non ci dobbiamo fare tormentare da quello che è stato. Non dobbiamo più essere impegnati con il passato e con le cose che sono accadute prima. Ecco, io sto per fare una cosa nuova, sta scritto.

Molte persone non si liberano completamente del loro passato. Ma la punizione fu su di Lui, affinché noi avessimo pace. Quando vieni tormentato dallo scoraggiamento, continuamente scoraggiato, abbattuto, depresso, ecc., ciò è dovuto semplicemente a causa di una sola cosa: non hai una fede vivente nel perdono dei peccati. Come puoi essere abbattuto se credi che i tuoi peccati sono così lontani, come l’oriente dall’occidente? È questa una fede vivente per te? Sì, allora è finita con lo scoraggiamento. Lode e grazie! Credi veramente che Lui ha gettato i nostri peccati nel mare della dimenticanza e che non li vedrà mai più? Pensaci, quando leggi questo! Abbi una fede vivente in questo! Dove rimarrà allora lo scoraggiamento? Esso scomparirà completamente!

Come puoi essere abbattuto se credi che i tuoi peccati sono così lontani, come l’oriente dall’occidente?

Noi dobbiamo giungere ad una fede vivente. Questo è il fondamento. La base per poter iniziare, è credere nel perdono dei peccati. È l’introduzione all’essenziale: una vita gloriosa di vittoria in Gesù Cristo. Noi saremo riempiti di tutta la pienezza della saggezza di Dio, bontà e misericordia, cosicché quella sapiente misericordia si possa manifestare nel nostro corpo. Questa è una vita gloriosa! Nella chiesa parliamo di una vita interiore! Noi non siamo sotto la legge. Noi non annunziamo Mosé ed i comandamenti sulle tavole di pietra. Noi annunziamo i comandamenti di Cristo, scritti nel nostro cuore e nella nostra mente. Noi annunziamo la forza che riceviamo per potervi ubbidire mediante la grazia in Gesù Cristo. Questo è quindi un lavoro di grazia. 

Estratto da «Pastore e profeta», 2004
© Copyright Stiftelsen Skjulte Skatters Forlag, Norway