In cerca di vero cristianesimo, ma stanco dei risultati

In cerca di vero cristianesimo, ma stanco dei risultati

Scritto da: Irene Laing con Vern Nicolette | Pubblicato: giovedì 9 giugno 2016

La vita di Vern prese una svolta drammatica quando incontrò finalmente persone che predicavano la vita di Cristo – e la vivevano.

“Ero distrutto. Pensavo, ‘È impossibile che lui abbia ragione.’” L’uomo di 55 anni seduto dall’altra parte del tavolo macina un pugno nel palmo della sua mano, e si può sentire quello che provava in quel giorno, una ventina di anni fa, quando il suo pastore distrusse tutte le sue speranze di vittoria sul peccato. È un’intervista spontanea, ma Vern Nicolette racconta la sua storia quasi senza suggerimenti o domande; il suo percorso verso la Brunstad Christian Church, dove, dopo anni di ricerche, finalmente ha sentito un vangelo di venire alla vita che visse Gesù, è un vivo ricordo che lui desidera condividere.

Stanco di un cristianesimo superficiale

“Cercavo qualcosa. Ero cresciuto cattolico e al college ero diventato un cristiano attivo. Leggevo la mia Bibbia da solo e insieme ad un gruppo di studio della Bibbia nel campus. Eravamo un gruppo misto. C’erano quelli che erano cristiani sin dall’infanzia, e c’erano persone come me, cattolici o altri che erano alla ricerca di qualcosa che non riuscivamo a trovare in altre confessioni.

“Gesù ha fatto ogni cosa per noi!” La risposta era sempre quella.

“Ma nell’anno in cui mi laureai, ero abbastanza stanco del cristianesimo. Non era divertente stare coi cristiani. Non perché erano “Cristiani sotto la legge, noiosi,” ma perché c’era tanta superficialità in loro. “Tutto è OK! Dio è così buono!” “Gesù ha fatto ogni cosa per noi!” Non importava quale domanda venisse posta, la risposta era sempre quella. Questo cristianesimo mi confuse. Lo stile di vita dei cristiani era più “empio” degli altri al college. Non riuscivo a capire questo concetto.

“Ci vollero altri dieci anni dopo il college prima che Dio rispondesse alle mie domande sul cristianesimo.

Costretto a leggere la mia Bibbia

"Ho passato i primi sette anni cercando di elaborare la mia esperienza spirituale al college. Ho visitato chiese. Non riuscivo a trovare alcuna vita lì. Rinunciai ad andare a tutte le chiese, ma mi sentii forzato a leggere la mia Bibbia. C’era qualcosa lì, anche se non sapevo cosa fosse. Da giovane ingegnere analitico non ero disposto a riconoscere che Dio stesse operando in me. Ma era così.

Rinunciai ad andare in chiesa... ma mi sentii costretto a leggere la mia Bibbia.

“Un giorno aprii la mia Bibbia in un fine settimana e fu come se si aprisse il cielo. Il mio cuore cambiò quando lessi quello che lessi lì. Ebbi questa profonda percezione che Dio fosse reale. Iniziai a credere nella Parola di Dio così come era scritta e ricevetti fede per molte cose. Lessi della vittoria sul peccato. Ma nessuno ne parlava o lo predicava, così cominciai a dubitare personalmente. “É veramente possibile? Sta scritto che siete chiamati ad una vita vittoriosa, ma non riesco a trovare nessuno che viva questa vita, o che abbia almeno la fede per questo!" Ovunque guardassi mi sembrava la stessa roba: perdono dei peccati e non molto più di questo – niente riguardo alla vita nella Parola di Dio.

Sta scritto che siete chiamati ad una vita vittoriosa, ma non riesco a trovare nessuno che viva questa vita

"Il mio pastore mi chiese di parlare in un fine settimana per uomini, e parlai della vittoria sul peccato e di Giosuè e Caleb che si impossessavano del paese. Descrissi il ‘paese’ come le cose dentro di me, i miei desideri, la mia ricerca dell’onore, e che potremmo vincere queste cose proprio come Giosuè e Caleb presero il paese.

“Il pastore si alzò e disse, ‘ma Gesù ha fatto ogni cosa. Sarebbe bello se riuscissimo a vivere quella vita, ma davvero non possiamo.’ Mi sentii schiacciare nello spirito.  Pensai, ‘È impossibile che abbia ragione.’ Avevo una tale convinzione. ‘Non può essere vero, semplicemente NON può essere giusto!’ Ogni cosa era scritta così chiaramente nella Bibbia.

Non potevo immaginare che la mia vita presto avrebbe preso una svolta enorme. Le mie domande avrebbero ricevuto una risposta.

Ascoltai il loro parlare, vidi le loro vite

“Nel 1993 entrai in contatto con la Brunstad Christian Church. Ascoltai il loro parlare e vidi le loro vite, e fui afferrato e incredibilmente entusiasta!

Loro non ne parlano soltanto; lo vivono.

“Ho incontrato molte persone; alcune erano più che ventenni, io avevo trentacinque anni. Pur essendo più giovani di me, la loro vita parlava volumi; la purezza, la bontà. Ogni cosa che predicavano era in linea con la Parola di Dio. Loro predicavano la vita che era descritta nella Bibbia, avevano fede per questo, e c’erano risultati – dei risultati fantastici!

“Gesù disse conoscerai un albero dai suoi frutti, e io dissi a me stesso, ‘OK, i frutti qui sono molto migliori di qualsiasi altra cosa io abbia mai vista prima, quindi rimarrò in questa chiesa finché troverò un albero con dei frutti migliori, se esiste un tale albero.’ Non ho trovato nulla che ci si avvicini neanche!”

Vern Nicolette ride e i suoi occhi sono radiosi. Il cinquantacinquenne è diventato un uomo incredibilmente felice.  Dopo vent'anni nella Brunstad Christian Church, può dire:

“Il messaggio più importante che professano è che ognuno può giungere alla vita che visse Gesù qui, la vita che è descritta nella Bibbia. Essi non ne parlano soltanto; la vivono. Le promesse nella Bibbia sono tutte vere. Vittoria sul peccato è la via verso quella vita, e quella vita è per te!”